Emergenza difesa, scalpita Jherson Vergara. Si ferma anche D’Angelo

E’ ricominciata ieri mattina la preparazione in vista della sfida esterna contro il Latina di Beretta. Nella seduta mattutina i lupi si sono allenati in palestra, fatta eccezione per i tre portieri che sono scesi in campo agli ordini del preparatore dei portieri David Dei. Fermo ancora ai box c’è Alessandro Fabbro. L’ex Juve Stabia ha rimediato nella sfida contro il Cittadella una contrattura femorale alla coscia sinistra. Probabilmente ne avrà ancora per un bel pò, una ventina di giorni. Alla ripresa non c’era nemmeno Marco Chiosa. L’ex Bari era in permesso. Nel pomeriggio di ieri non si è allenato nemmeno Angelo D’Angelo. Il centrocampista di Ascea è alle prese con un tallonite che non gli ha permesso di allenarsi in vista della sfida contro il Latina. Al “Sibilia” di Mercogliano si è rivisto Attila Filkor. Per il mediano ungherese per lui corsa e terapie. Per lui corsa e terapie. Questa mattina la squadra svolgerà una seduta di allenamento, a porte chiuse, a Torrette di Mercogliano. Mentre nel pomeriggio (fischio d’inizio ore 17) il gruppo biancoverde (misto con calciatori della Primavera) sosterrà un test amichevole a Santa Maria di Castellabate. Nella sfida in Cilento il tecnico Rastelli proverà i diversi schemi di gioco da adottare in vista della sfida contro i pontini sabato. Proprio contro il Latina il trainer biancoverde potrebbe valutare dei possibili cambi di modulo. In questo frangente di campionato l’allenatore ha fatto affidamento sul collaudato 3-5-2. Ma con molteplici novità. Facendo affidamento ad altri sistemi di gioco come il 4-4-2, il 4-3-3 ed il 4-3-1-2. Di certo contro i neroazzurri l’Avellino si presenterà con diverse novità. In difesa regna l’emergenza. Fabbro, come detto, prima è fermo ai box. Appiedato per un turno anche il difensore Rodrigo Ely. Probabilmente sarà il turno di Jherson Vergara il calciatore colombiano ancora non è sceso in campo in questa sua nuova avventura con la casacca dell’Avellino. Ma non è ancora detto. Ad insidiare la presenza del colombiano ci pensa il jolly Bittante. Il numero venti biancoverde durante il ritiro di Rivisondoli e negli allenamenti è stato provato più volte anche come difensore centrale. Un dato in questa stagione è certo. Rastelli ha diverse alternative in diversi ruoli. La coperta per questa stagione fortunatamente non è corta. Probabilmente non è da escludere anche alcuni cambi in avanti. Difatti scalpitano in due. Sia Comi e Pozzebon vorranno dire da loro a supporto di Gigi Castaldo. Contro il Latina i lupi vogliono i tre punti.

Check Also

Scandone – Sant’Antimo, le pagelle: Sousa e Brunetti sugli scudi.

Le pagelle della vittoria sul filo di lana di Avelino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.