SERIE B

Juventus-Avellino le pagelle dei lupi. D’Angelo e Zappacosta immensi

Di Masi 5,5 – Schierato a sorpresa da Rastelli. L’estremo difensore biancoverde è parecchio incerto, soprattutto sul terzo gol. Grande parata sul colpo di testa di Motta nel secondo tempo salvando sulla linea di porta.

Izzo 6,5 – Fa dell’aggressività il suo punto di forza. Puntuale come un orologio svizzero nelle chiusure. Di certo non si fa cogliere dall’emozione di giocare contro una squadra o calciatori di blasone internazionale.

Peccarisi 6 – L’esperienza al servizio di Rastelli. In un campo “duro” come quello dello Juventus Stadium sono elementi come lui che danno manforte alla squadra nei momenti critici.

Pisacane 5,5 – L’ex Ternana non era al top, un po in affanno. I meccanismi specialmente su calcio da fermo bisogna rivederli, contro la Juventus ne è stata la prova infatti sono arrivati 2 gol.

Zappacosta 7 – Una gara importante per lui essendo juventino. Parte con il turbo,come sempre del resto. Con grande disinvoltura mette palloni invitati al centro per i compagni, che non vengono sfruttati a dovere o per lo più vengono intercettati. Nella ripresa cala d’intensità.

D’Angelo 7 – Una gara speciale per lui. Visto che è il simbolo della rinascita biancoverde, di certo non si fa prendere dall’emozione. Ci mette anima e corpo in tutto. Fa a sportellate diverse volte con i bianconeri, non tirandosi mai indietro. Tenta la conclusione che viene sporcata da un compagno.

Togni 4,5 – Evanescente in tutto e per tutto. Sbaglia diversi appoggi, tenta di ricorrere ai ripari dura il primo tempo. Nel secondo tempo Rastelli decide di sostituirlo. 

Schiavon 5,5 – Entra nella ripresa, cercando di dare vivacità alla manovra, ma i ritmi tendono a calare e non permettono all’ex Cittadella di innescare la sua velocità.

Arini 6 – Si trova al cospetto di avversari maestosi. Fa a sportellate con Marchisio e compagni. Potrebbe dare di più, in particolare modo negli appoggi ma purtroppo non è in giornata.

Angiulli 6 –  Entra e da vivacità alla manovra. Si presenta con due tiri interessanti verso la porta difesa da Storari. Dimostra personalità in campo nonostante l’età.

Millesi 6 – Si mette in luce specialmente nel primo tempo proponendosi in avanti con parecchie incursioni. Nella ripresa tende più a dare un mano alla difesa limitando il gioco della Juventus.

Herrera 6 – Di certo in campionato non sta trovando tanto spazio, quindi Rastelli decide di dargli una chance proprio contro la Vecchia Signora, lui cerca di mettersi in luce in campo dando freschezza e vitalità alla manovra nel primo tempo, nella ripresa scompare del tutto.

Castaldo 5,5 – Le occasioni più ghiotte durante il primo tempo sono sue. Non riesce mai a mettere in difficoltà Storari.

Galabinov 5 – Entra al posto di Castaldo. Tocca solo un pallone. Cerca di arretrare a recuperare ma non riesce ad incidere. Entrato in un momento catodico della partita visto il calo dei lupi.

 

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button