L’Avellino punta ad uno scugnizzo d’oltremanica

L’epifania si avvicina e la calza dell’Avellino è decisamente ricca di sorprese. Walter e Massimiliano Taccone col ds Enzo De Vito consegneranno al tecnico dei lupi dei veri gioielli. In arrivo quattro giocatori. Il presente comprende: Benjamin Mokulu Tembe (’89), Masahudu Alhassan (’92) due colpi solo da ufficializzare, altre due novità: Ruben Ariel Oliveira (’83) e Marcello Trotta (’92).  L’arrivo dell’ex Juventus, Olivera, rappresenta un chiaro segnale ad una mediana che nel girone d’andata è andata spesso in affanno. “El Pollo” è una garanzia. Alhassan rappresenterà quel giocatore voluto e cercato da Rastelli, che ha sempre dichiarato di volere giocatori polivalenti per il suo schema. La novità assoluta è Marcello Trotta. Cresciuto a Macerata Campania, Inizia i primi anni nel Real Portico, per poi passare nell’ASD Recale. Nel 2004 approda al Napoli dove milita fino alla categoria Allievi Nazionali. Viene notato dagli osservatori del Manchester City che lo portano a giocare in Inghilterra. Viene successivamente ceduto al Fulham che poi lo acquisterà definitivamente nel 2011. Viene mandato in prestito dalla società londinese a vari club di categorie inferiori,Wycombe (dal 24 novembre 2011 al 17 gennaio 2012), Watford (dal 23 febbraio 2012 al 30 giugno 2012) e dal 22 novembre 2012 al Brentford nella terza serie inglese con cui ha conquistato il posto da titolare. Nell’estate del 2014 ritorna al Fulham. il 2 novembre 2014 viene prestato al Barnsley fino al 5 gennaio 2015.

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.