Le pagelle: 10, come i gol, a Castaldo. 9 a Kone e Gomis

GOMIS 9 – Sicuro nelle prese alte, tra i pali è imbattibile. Anche nelle uscite. Come quando salva il risultato con una intuizione da grande portiere ed un’uscita kamikaze. Saracinesca.

REGOLI 7 – Gioca alla grande fino all’infortunio. Spinge e difende. Dalle sue parti il Modena non capisce nulla. Al suo posto PETRICCIUOLO 8 – Un ’95 all’esordio e gioca da veterano. Fa un salvataggio da brividi. E si fa vedere anche in attacco. Clamorosamente decisivo.

ARINI 8 – Eccolo è tornato. Un assaggio contro il Catania, la conferma contro il Modena. Gioca da centrale difensivo ed è maestosamente esuberante. Da mediano e regista è quello di un tempo.

CHIOSA 8 – Soffre solo un pò sul gol di Granoche e nell’azione seguente. Per il resto, prestazione da incorniciare.

VISCONTI 8 – Dà il suo grande contributo alla manovra biancoverde. Ci prova anche su punizione ma non riesce mai a superare la barriera. Una volta lo fa e becca la curva. Per il resto è inesauribile fino alla sostituzione.

D’ANGELO 8 – Tra i migliori in campo. Tanta quantità, tanta corsa, tanto coraggio e una forza inesaurubile. Il Guerriero non si smentisce. prestazione superba.

KONE 9 – Che fosse un giocatore di serie A lo si sapeva. Comincia a carburare. E si vede. Nulla da dire. C’è solo da togliersi il cappello ed inchinarsi.

ANGELI 7 – Non ha ancora nelle gambe la condizione. Ma fin quando il fiato regge fa la sua grande partita. Sostituito nella ripresa FABBRO 7 – Torna dal lungo infortunio e dà il suo prezioso contributo alla difesa della vittoria.

ZITO 7 – A volte è quasi da schiaffi. Alterna giocate da fuoriclasse ad altre da dilettante. Non è quello di Terni. Ma se non gioca non ritrova la condizione fisica. nel finale ha anche l’occasione per piazzare l’1-3 ma fa tutto bene tranne che il tiro.

CASTALDO 10 – Il voto come i suoi gol in questo campionato. Capocannoniere indiscusso, leader incontrastato di una squadra magnifica. Dieci gol. Chissà. E non aggiungiamo altro.

COMI 9 – Si è ripreso dalla pubalgia. Prende legante a iosa. Conquista un rigore, dà l’assist per il vantaggio a Castaldo (suo il palo poi ribaditi a rete da Gigi). Che chiedere di più? Un gol? Lo farà quando Gigi resterà all’asciutto. Sostituito ad una manciata di mi nuti dalla fine da Arrighini, senza voto.

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.