Marino: “Un piccolo passo in avanti”

Il Pescara è ancora in difficoltà. La vittoria non è arrivata. Ma Pasquale Marino è soddisfatto della prestazione dei suoi. Meno del risultato. L’allenatore del Pescara non manca di lanciare qualche frecciatina verso l’Avellino. Per Marino, i lupi avrebbero sfruttato solo gli errori dei biancocelesti per rendersi pericolosi.

 
Come ha visto il suo Pescara?
“La mia è stata una squadra piena di personalità. Ha creato tante occasioni. Fin da subito. Abbiamo sempre impostato la partita. L’Avellino non l’ha mai fatto. E non hanno mai tirato in porta”.

 
Nel primo tempo il Pescara è stato un po’ impaurito e frenato.
“Allora abbiamo visto due partite diverse. La prima occasione l’abbiamo avuto dopo venti secondi. E poi c’è stato anche un salvataggio sulla linea. Non siamo stati impauriti”.

 
Intanto un passo avanti. Bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno per lei?
“Se cerchiamo di fare sempre polemiche non andremo mai da nessuna parte. La partita scorsa ero molto arrabbiato perché non reagimmo dopo la batosta di Varese. Ero quindi scontento perché non ci fu prestazione da parte dei ragazzi. Ma oggi abbiamo creato, giocando sempre palla a terra e tirando spesso nello specchio della porta. Poi il secondo tempo è stato più equilibrato, specie dopo il gol di Massimo. Non abbiamo tutti in perfetta condizione. Siamo calati un po’ fisicamente e abbiamo concesso qualche occasione solo nel finale, su nostri errori. Per il resto partita molto positiva la nostra. E sono fiducioso perché abbiamo giocato bene. Specie nel primo tempo”.

 
Avrebbe voluto un arrembaggio finale o la squadra non ne aveva alla fine?
“Eravamo meno lucidi e più stanchi nel finale. Fare la partita è un continuo dispendio di energie, specie contro una squadra che difendeva con tanti uomini. Sono soddisfatto della prestazione. Non del risultato. Meritavamo di vincere”.

 
Però il Pescara ha rischiato di perderla.
“L’Avellino ha sfruttato due nostri errori nel finale. Ma ci sta. Perché nonostante la stanchezza la squadra voleva vincere. Qualcosa dovevamo rischiare. Non siamo ancora al top della forma. Specie nei nostri uomini migliori. Per fortuna avremo qualche ricambio nelle prossime uscite”.

 
Psicologicamente quanto è stato importante non perdere?
“Ho da dire poco ai ragazzi. Hanno giocato bene. Ma anche oggi abbiamo perso punti e questo non va bene. Dobbiamo migliorare”

 
Gran goal di Viviani.
“Si. Gran bel goal. Meritavamo di farne qualcun altro. Purtroppo ne abbiamo fatto soltanto uno”.

 

Leggi anche

Scandone che beffa! Rimonta e controrimonta: vince Salerno 85-79

Avellino sciupa un vantaggio a pochi secondi dalla fine, regalando la vittoria alla Virtus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.