SERIE B

Rastelli si gode l’attacco ritrovato: Castaldo e Galabinov l’oro di Avellino

Bello e spregiudicato. L’Avellino delle ultime uscite piace. Nonostante la sconfitta di Cesena e il pareggio rocambolesco contro il Trapani, la truppa di Rastelli sta dimostrando di giocarsela contro tutti. I biancoverdi hanno rotto gli indugi sfatando il tabù attacco. Inizialmente si è tanto parlato di un pacchetto offensivo poco incisivo. Ma ora è tempo di ricredersi. Dalla sfida contro il Cittadella passando per il “Romeo Menti” fino ad arrivare alla partita con il Trapani il tandem offensivo biancoverde segna e diverte i tifosi. Galabinov è arrivato a quota quattordici centri stagionali, un bottino non da poco visto che il suo primo anno in cadetteria. Dribbling, tenacia, grinta ma sopratutto freddezza queste sono le carte vincenti di Andrey. Discorso diverso per Gigi Castaldo, arrivato in doppia cifra proprio contro il Trapani, grazie alla sua doppietta rifilata a Nordi. Il bomber di Giugliano mette in campo la foga di un leone, la forza di un lupo e la tenacia di una volpe. Un tandem offensivo che vale ventiquattro gol. Il cambio di modulo e l’inserimento di Togni, da parte di Rastelli ha giovato tantissimo all’attacco che si sta rivelando essere l’arma in più di questo Avellino in questo rush finale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button