Ternana, Tesser non molla il 4-3-1-2

Sale l’ansia. Mancano poche ore alla sfida del Liberati contro l’Avellino. La Ternana di Tesser vuole calare il poker di vittorie consecutive.Contro gli irpini, sarà difficile visto che l’Avellino di Rastelli è alla ricerca dei tre punti ancora non arrivati in questo inizio di 2014. Ad infiammare la sfida ci ha pensato il tecnico Tesser con le sue dichiarazioni. Il tecnico trevigiano ha presentato la sfida del Liberati, rispettando i lupi ma chiamando i suoi ad una vittoria super.
“Rispetto per l’Avellino – ha confermato- ma scenderemo in campo con la voglia di vincere”. Le Fere stanno preparando al meglio la sfida contro i lupi. Positivo il test contro il Montefiascone (formazione laziale che gioca in Eccellenza). Nella prima frazione di gioco il tecnico ha mandato in campo i ragazzi che hanno annientato il Cittadella sabato. Primo tempo che si è concluso sul 4-1. Sugli scudi Antenucci,Nolè, Littieri e il neo acquisto Gavazzi. A chiudere la pratica nel secondo tempo ci hanno pensato prima Alfageme con una doppietta e Avenatti.
Una sfida dura anche perchè contornata da altri motivi. Tra i tanti la non cessione di Zito all’Avellino. Altro motivo è il ritorno, stavolta da avversario, di Fabio Pisacane. Contro l’Avellino probabile l’assenza di Fabio Ceravolo e di Fabio Sciacca. L’ex Catania ha svolto lavoro differenziato. Tesser contro i biancoverdi potrebbe scendere con il 4-3-1-2. Tra i pali spazio a Brignoli, che per questa stagione ha collezionato 23 presenze avendo una passività di 28 reti subite. Linea difensiva composta da Farkas e Meccariello. Un duo difensivo che farà valere i centimetri. Sulle fasce potrebbe agire Lauro, che in settimana è stato provato nel test contro il Montefiascone al posto di Zito. A chiudere il pacchetto arretrato ci penserà Andrea Rispoli. Linea mediana composta da Antonio Zito, autore di ben 25 assist di cui 3 vincenti. L’ex Juve Stabia cercherà di sfruttare al massimo la velocità in possesso. Al centro spazio a Miglietta a dettare i tempi a centrocampo, per lui anche un gol in questa stagione contro lo Spezia, valso a poco visto la sconfitta. Sul out di destra spazio al neo acquisto Gavazzi. L’ex doriano sta dando tante soddisfazioni al tecnico Tesser.
Dietro le punte è aperto il ballottaggio tra Avenatti e Maiello, sul primo in vantaggio sull’ex Napoli. In avanti spazio ad Antenucci, il miglior marcatore delle Fere. L’ex Catania e Spezia si sta dimostrando di essere l’uomo in più visto le due spiccate doti tecniche: calciatore tecnico, veloce e sopratutto abile nell’uno contro uno. A chiudere il reparto avanzato spazio a l’eroe di sabato, nella sfida contro il Cittadella, Gianluca Litteri. Una partita che ha tutti i presupposti per regalare infinite emozioni. La Ternana vuole continuare la sua striscia di risultati positivi e accumulare quanti più possibili per allontanarsi dalle dirette concorrenti ma soprattutto dalle zone calde. Altro discorso invece per l’Avellino, che vuol i tre punti ardentemente, sia in chiave salvezza tanto predicata dal tecnico Rastelli, sia in chiave promozione o play off tanto desiderati dal Patron Taccone e sopratutto dalla piazza.
Di certo sa Terni l’Avellino non troverà un ambiente calmo. Tutt’altro. La tifoseria spinge per la quarta vittoria consecutiva ma spinge anche per ottenere una rivincita visto che Pisacane, in estate, ha lasciato a Terni tutti esterefatti. Fu accusato di alto tradimento, stesso discorso accaduto pochi giorni fa. Sulle voci di cessioni di Zito all’Avellino l’ambiente ha risposto con fermezza tanto da costringbere il presidente a togliere l’esterno dal mercato e a diramare un comunicato in cui confermava che nessuno si sarebbe mosso da Terni.
Avellino è attesa al varco, quindi. Squadra da battere, forse anche da abbattere per rilanciare le quotazioni di una Ternana partita per vincere il campionato ed invece trovatasi poi in una crisi di gioco e di risultati che per lunghi tratti del girone di andata l’ha vista danzare in piena zona play-out.Ventiquattrore alla sfida del Liberati. Esame difficile per l’Avellino. Ma è un esame da superare a tutti i costi.

FONTE IL CORRIERE

Leggi anche

Scandone – Sant’Antimo, le pagelle: Sousa e Brunetti sugli scudi.

Le pagelle della vittoria sul filo di lana di Avelino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.