SERIE B

Zero critiche, sabato arriva lo Spezia serve la bolgia

Tutti sulla graticola. E’ così che si è svegliato l’Avellino dopo la brutta sconfitta rimediata contro il Cittadella. Ma aprire un processo è un a dir poco avventato è prematuro. Ora bisognerà raccogliere i cocci e prepararsi al meglio per la prossima sfida casalinga contro lo Spezia. Al Tombolato l’Avellino subisce lo sgambetto da parte del Cittadella del tecnico Foscarini. Ora si sono palesati di nuovo gli spettri dello scorso anno delle varie critiche, inutili. Già dalla ripresa il tecnico Rastelli è chiamato a richiamare i suoi e capire cosa non ha funzionato in quel di Cittadella. Si prospetta una rivoluzione? Forse, si è il termine giusto. Quest’anno all’arco di Rastelli le frecce sono diverse, la rosa è più fornita. Si riparte, sabato arriva una squadra tosta, bisognerà fare risultato, serve la bolgia al Partenio-Lombardi. L’impianto di Via Zoccolari deve essere il “fortino” del generale Rastelli e dei suoi soldati. A scendere in campo con i biancoverdi ci sarà il dodicesimo uomo pronto a dare supporto dal 1′ fino al 90′. Serve la bolgia, stare dietro ad una tastiera criticando la squadra e il tecnico serve a poco. Mano sul cuore e sabato facciamo il tutto esaurito, la squadra ha bisogno del nostro apporto morale. Insieme, ricominciamo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button