US AVELLINO

Avellino-Cavese 1-0, le pagelle: certezza Forte, Adamo decisivo

Le pagelle dei lupi

Avellino-Cavese 1-0. I lupi rafforzano il terzo posto sfruttando al massimo con Adamo l’errore della retroguardia metelliana. Prova poco appariscente dei biancoverdi, salvati in un paio di circostanze dal sempre ottimo Forte.

Forte 7: decisivo in uscita su Bubas al 24’, quando sceglie il tempo giusto per uscire. Ancora più determinante al 74’ su De Paoli, quando con il piede di richiamo compie un intervento tanto spettacolare quanto complicato. Solito muro, solita certezza.

Illanes 6: schierato subito titolare a pochi giorni dal suo arrivo, il difensore argentino convince per temperamento e duttilità. Fa sentire la sua grinta anche a Calderini, beccandosi un giallo nella prima frazione di gara.

Miceli 6: ci prova di testa al 21’, quando la sua conclusione finisce di poco alta. Poi si dedica ad un compito di ordinaria amministrazione in difesa, dove gestisce bene la linea a 3 schierata da Braglia.

Silvestri 5,5: rischia il frittatone su Calderini al 29’, quando con una leggera spinta per poco non procura il rigore del possibile pari. Quando è concentrato rimane una risorsa affidabile, ma nei momenti di blackout diventa una mina vagante per i lupi.

(dal 89’ Rocchi s.v.: Braglia gli concede pochi minuti da ex).

Ciancio 6: solito lavoro di ripiego nel ruolo di quinto. Si vede poco in avanti, in fase di spinta, ma fa il suo garantendo i giusti equilibri difensivi alla squadra di Braglia. Serve anche la classe operaia.

Adamo 7: sfrutta il liscio di Granata e porta in vantaggio i suoi con un bel diagonale. Più concreto rispetto alle ultime uscite, sfrutta le sue accelerazioni e si rivela prezioso anche in fase difensiva. Supera a pieni voti la seconda prova nel ruolo di mezzala.

(dal 63’ Carriero 6,5: entra ancora bene in partita, impegnando dal limite Russo. La sensazione è che molto presto diventerà un titolare in questo Avellino).

Aloi 6: confermato nel ruolo di perno centrale davanti alla difesa, ruolo nel quale mostra una sempre maggiore naturalezza. Alterna buone aperture a qualche errore di misura, ma nel complesso conferma la sua importanza nello scacchiere tattico biancoverde. Ammonito al 43’.

D’Angelo 6: in settimana Di Somma ha confermato l’interesse della Serie B per il centrocampista biancoverde. Interesse che deve aver distratto il numero 27 dei lupi, che si fa però vedere nel finale con un bel assist a Fella.

Tito 6,5: piazza l’ennesimo assist della sua stagione, stavolta per Adamo, rivelandosi ancora una volta decisivo. Sulla fascia è sempre presente, lottando e offrendo il solito contributo di qualità e quantità.

(dal 89’ Baraye s.v.: pochi minuti nel finale).

Bernardotto 6: dà il via all’azione del vantaggio, ma rispetto a Teramo offre una prestazione meno energica. Viene spesso anticipato dai difensori avversari, riuscendo solo di rado ad impensierirli. La sua prestazione è comunque sufficiente per generosità ed applicazione.

(dal 63’ Maniero 6: qualche buona giocata, di mestiere ed esperienza, anche se talvolta il numero 19 mostra poca concretezza, rinunciando al tiro anche quando potrebbe permetterselo).

Santaniello 6: come il collega di reparto entra nell’azione del primo gol. Per il resto si dedica al lavoro sporco, sacrificandosi in copertura e dando una mano al centrocampo. Solita prova di buona disciplina tattica, ma priva di acuti offensivi.

(dal 63’ Fella 6: prova ad accendersi in contropiede, fermato da Russo nel finale).

Articoli correlati

Back to top button