US AVELLINO

Avellino, l’ex Moretti smette: “Voglio diventare un allenatore”

Il classe '88 ha appeso gli scarpini al chiodo

Federico Moretti dice basta, appende gli scarpini al chiodo e si prepara a vivere un futuro da allenatore. Ai microfoni di “Settimana Sport”, l’ex centrocampista biancoverde ha comunicato la sua volontà di smettere con il calcio giocato. Dopo gli ultimi due anni vissuti a singhiozzo tra i dilettanti, Moretti avverte il bisogno di chiudere la sua carriera di calciatore e di pensare al futuro. Un futuro che l’ex Avellino – in biancoverde tra il gennaio 2017 e l’estate 2018 – immagina in panchina, dove cercherà di mettere a frutto gli insegnamenti dei suoi maestri, tra cui Novellino. “Adesso – si legge su “La Settimana Sport” – mi piacerebbe allenare una prima squadra dilettantistica, senza presunzione penso di partire da una buona base visto il mio background, penso di poter affrontare subito una Promozione o una Eccellenza. Ho visto nei ragazzi con cui ho giocato in questi anni tanta voglia e non vedo l’ora di poter dare loro il mio contributo. Sto già parlando con qualche società, mi piacerebbe iniziare sin da subito. Che allenatore sarò? Vorrei essere attento ai piccoli dettagli che fanno di un giocatore prima di tutto un uomo. Vorrei essere leale rispettoso come volevo fossero con me i miei allenatori, e poi mi auguro di dimostrare presto di essere tagliato per la parte tecnica e calcistica oltre che per quella umana. Ora come ora vorrei restare in Liguria, dove ho famiglia e lavoro, poi se sarò bravo per il futuro non mi precludo niente”.

Articoli correlati

Back to top button