US AVELLINO

Avellino, Rastelli: “Prestazione molto positiva, tutti hanno dato l’anima”

L'allenatore biancoverde parla nel post gara

Termina ai calci di rigore l’avventura dell’Avellino nella Coppa Italia Lega Pro. Ai margini dell’incontro il tecnico biancoverde Massimo Rastelli ha analizzato la gara ai microfoni di Prima Tivvù.

Prestazione molto positiva. Noi dopo la sconfitta di domenica avevamo bisogno di fare una prestazione all’altezza e l’abbiamo fatta. Abbiamo rimontato 3 volte una squadra come il Catanzaro che comunque è una macchina da gol e che quando passa in vantaggio difficilmente si fa raggiungere. Abbiamo dovuto anche andare a prendere risorse  come Sbraga e Scognamiglio che erano 7 mesi che non giocavano, e sono stati bravi. Tutti hanno dato l’anima, dispiace per non essere passati. Nei 120 minuti la partita è finita 3-3 e questa per me è la cosa più importante. Accantonata la coppa Italia, ora possiamo pensare solo al campionato. Sappiamo che siamo in una posizione di limbo. Dobbiamo naturalmente essere bravi a risalire. 

Sulle reti subite: “Sono state tutte palle messe in zona dischetto e quelle sono palle mortali. Adesso dobbiamo lavorarci. Solo attraverso le esercitazioni si può migliorare”.

Su Sbraga e Scognamiglio: “Non era facile dopo tante mesi nonostante si fossero allenati sempre. Sono stati bravi a sfruttare la loro esperienza, cercando di entrare in partita crescendo minuto dopo minuto. Per il futuro dobbiamo valutare”.

Sugli infortunati: “Per Matera nulla di preoccupante, un forte dolore alla schiena ma non ci preoccupa per domenica. Ricciardi è quello che ci preoccupa di più”.

Sui calci di rigore: “Ho tanta fiducia nei ragazzi. Alla squadra ho detto crediamoci perché meritiamo di passare il turno. Non è successo ma guardiamo avanti con positività”.

Articoli correlati

Back to top button