US AVELLINO

Di Somma: “Grazie, lavorerò ancora con il mio Avellino. Prenderemo 5-6 calciatori”

Le dichiarazioni del diesse biancoverde

Giornata di presentazione in casa Avellino. In occasione della conferenza stampa di questo pomeriggio, nella quale è stato fatto un punto sulla passata stagione e sono state poste le basi della prossima, è intervenuto anche il direttore sportivo dei lupi Salvatore Di Somma. Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal dirigente:

Saluti iniziali – “Vorrei ringraziare la famiglia D’Agostino, che mi dà la possibilità di lavorare ancora con il mio Avellino. Grazie di cuore. L’anno scorso siamo partiti con difficoltà enormi, avevamo in ritiro 2 giocatori e nel giro di 20 giorni abbiamo allestito una squadra competitiva. Non abbiamo preso dei campioni, ma degli uomini veri che ci hanno permesso di arrivare dove siamo arrivati. Alla fine stavamo realizzando un sogno importante, ci credevo, ma la cosa importante è aver ricompattato l’ambiente. Vedere i tifosi fuori dallo stadio è stato bello ed emozionante, non si è mai visto altrove con altre tifoserie”.

Sul modulo e sugli intoccabili – “Con il 3-5-2 abbiamo fatto un percorso importante. Se non ci fosse stata la Ternana, giocando in quel modo avremmo vinto il campionato. Adesso sta al mister decidere il modulo, toccherà a lui. Nessuno è intoccabile: se ci arrivano offerte importanti, di un certo tipo, le valutiamo”.

Sugli attaccanti – “Fella rientra alla Salernitana, abbiamo 3 attaccanti importanti. Adesso vediamo se durante il mercato ci saranno situazioni importanti, eventualmente andremo a sostituirli. Bernardotto e Santaniello hanno un altro anno di contratto: se ci sono richieste, le valuteremo”.

Sul mercato – “Abbiamo 17-18 giocatori, se ci sono richieste le valutiamo. Sicuramente dobbiamo acquistare 5-6 giocatori, sperando di sbagliare il meno possibile nella scelta di giocatori importanti. Il collettivo è già forte: uomini veri, calciatori forti. Ad ogni modo voi non potete immaginare le difficoltà che abbiamo avuto l’anno scorso, non avevamo credibilità. Sono stato aiutato da qualche amico, ma all’inizio le difficoltà sono state tantissime”.

Sui colpi – “Se ci capita l’occasione, qualche prestito importante lo facciamo. Abbiamo rapporti importanti con qualche squadra di Serie A, specie grazie al presidente”.

Articoli correlati

Back to top button