US AVELLINO

Pagelle Latina-Avellino 1-0: Ceccarelli vivace. Marcone-Aya, che errore!

Le pagelle dei calciatori biancoverdi

Latina-Avellino 1-0. Un gol di Fabrizi condanna gli uomini di Taurino al terzo ko stagionale. I lupi sprecano tante occasioni e pagano caro un errore difensivo nel finale del primo tempo. Nella ripresa il palo di Casarini e poco altro. Di seguito le pagelle dei biancoverdi.

Marcone 5: nell’azione del gol di Fabrizi è ancora una volta troppo insicuro. Esita sui tempi dell’uscita e facilita così il compito del calciatore del Latina, che lo fredda da pochi passi.

Ricciardi 5,5: per lui vale il solito discorso delle due fasi. In avanti è vivace e propositivo, piazzando al centro anche qualche cross interessante, ma dietro non offre mai sicurezze.

Moretti 5,5: prende le misure della linea a quattro senza commettere grosse sbavature, ma ha bisogno di tempo per consolidarsi come titolare.

Aya 5: regge bene per quasi tutto il match, ma ha sul groppone – con Marcone – l’errore che conduce al vantaggio del Latina. È lui infatti a farsi anticipare da Fabrizi.

Auriletto 5,5: confermato nel ruolo di terzino, viene sorpreso in occasione del gol dei padroni di casa, quando devia il cross di Sannipoli sul quale poi si avventa Fabrizi.

(dal 77’ Tito s.v.: poco margine per incidere).

Casarini 6: come al solito è tra i più costanti nell’arco dei novanta minuti. Al 47’ va vicino al pari con un colpo di testa, al 71’ colpisce il palo (terzo legno stagionale per lui).

(dal 90’ Murano s.v.: in campo solo nel recupero).

Matera 5,5: rilanciato titolare, prova a dare geometrie e ritmo alla mediana, ma senza la giusta qualità. Ammonito nel finale.

Dall’Oglio 5: poco presente nella manovra. Si vede praticamente solo da fermo, ma non punge.

(dal 77’ Garetto s.v.: pochissimi palloni toccati per il centrocampista scuola Torino).

Ceccarelli 6: dopo 9’ va vicinissimo al gol con un bolide dalla distanza. Conferma le sue qualità per tutto l’arco della gara, tenendo in apprensione la difesa nerazzurra e avviando le azioni più pericolose dei suoi.

(dal 90’ Guadagni s.v.: in campo solo nel recupero).

Trotta 5,5: la generosità non manca, come con il Messina, ma di grosse palle gol non gliene capitano. Al 63’ conclude alto su una discreta occasione, Ha bisogno di tempo per ritrovare smalto e fiuto del gol.

(dal 77’ Gambale s.v.: zero occasioni per il numero 9).

Russo 5,5: ancora una volta propositivo, ma fallisce una grande occasione in contropiede su lancio di Trotta, allungandosi malamente il pallone. Una chance sprecata che incide sullo sviluppo del match.

Articoli correlati

Back to top button