US AVELLINO

Tra infortuni, rientri e diffide, il punto in casa Avellino

Ecco la situazione della compagine irpina prima della gara con la Cavese

L’ultima partita della regular season si avvicina. A Cava De’ Tirreni l’Avellino dovrà fare, obbligatoriamente, bottino pieno, tenendo un orecchio teso verso la Calabria per sperare in un risultato favorevole nella gara del “Ceravolo“.

La formazione biancoverde, dopo la giornata di riposo di lunedì, ha ripreso gli allenamenti martedì pomeriggio lavorando sulla parte fisica ed atletica. In questi giorni mister Braglia ha curato gli aspetti tattici di una squadra che, nelle recenti uscite, sembra aver smarrito quella brillantezza e quella vivacità che l’hanno portata ad essere la seconda forza del campionato. Il gruppo al completo ha consentito al tecnico toscano di poter gestire diverse situazioni, partendo da due punti fermi della rosa, Maniero e D’Angelo. Entrambi sono apparsi stanchi nel match di domenica scorsa. Le probabilità che si siedano in panchina sono alte, specialmente per il centrocampista palermitano, visto il rientro di Salvatore Aloi in mediana. Va, inoltre, monitorato Marco Silvestri che non ha ancora smaltito la distorsione al ginocchio. In dubbio la sua presenza al “Simonetta Lamberti“, ma il calciatore scuola Genoa dovrebbe comunque far parte del ritiro che inizierà venerdì. Nella rifinitura di sabato si deciderà il suo destino. Mentre, dovranno recuperare la miglior condizione fisica, soprattutto in ottica play-off, Bernardotto e Santaniello. I due attaccanti sembrano portarsi dietro le scorie lasciate dal covid.

Puntando la Cavese mister Braglia dovrà fare alcune considerazioni. Sono entrati in diffida Ciancio e Rizzo. Difficile che il tecnico si privi del numero 23, infatti l’ex Carrarese è il giocatore con il più alto numero di minuti giocati in stagione. Più plausibile che l’esterno classe ’99 si accomodi in panchina, nonostante il momento di forma decisamente positivo.

L’unico calciatore dell’Avellino fermo ai box resta Luigi Silvestri, che prosegue con le terapie del caso per cercare di ritornare in campo il prima possibile.

Articoli correlati

Back to top button