US AVELLINO

Tutto su Plescia: scheda e caratteristiche del nuovo lupo | Mercato

Il focus sul nuovo attaccante biancoverde

FOCUS

Con un’operazione lampo, condotta sotto traccia dal diesse Di Somma, l’Avellino si è assicurato le prestazioni dell’attaccante Vincenzo Plescia, prelevato a titolo definitivo dal Renate. L’attaccante classe ’98 diventa così a sorpresa il secondo rinforzo nell’opera di rifacimento del reparto offensivo, dove ora è attesa ancora (almeno) un’altra novità. Dopo l’ottima stagione in prestito alla Vibonese, per Plescia arriva l’occasione in un grande club. Ma scopriamo insieme chi è il nuovo calciatore dei lupi.

CARRIERA

Cresciuto nel settore giovanile del Palermo, la squadra della sua città, nel 2017 Plescia abbandona il settore giovanile e si trasferisce in prestito al Siracusa. Per le prime presenze tra i grandi bisogna però attendere gennaio 2018, quando la punta va al Roccella, dove sigla 9 gol in 14 apparizioni. L’ottimo score induce l’Empoli a portarselo a casa, garanzia di successo, visto l’occhio dei toscani per i giovani. Con il successivo prestito al Gubbio, Plescia fa l’esordio tra i professionisti – il 23 settembre contro la Vis Pesaro – e mette a segno 3 gol in 31 partite. Nell’estate 2019 il Renate lo strappa a titolo definitivo ai toscani, concedendogli spazio e fiducia. A fine anno saranno 28 le presenze, 3 i gol. Per favorirne la crescita e l’esplosione arriva coì un nuovo prestito, stavolta alla Vibonese. In Calabria Plescia recupera il feeling con il gol mostrato ai tempi del Roccella e infila 11 marcature nel complicato girone C. Sono i numeri e le prestazioni registrati a Vibo che hanno convinto Di Somma a puntare su di lui, dopo un primo interesse mostrato già nello scorso gennaio.

CARATTERISTICHE

Paragonato ai tempi delle giovanili a Luca Toni, se non altro per la stazza fisica e l’abilità nel gioco aereo, Plescia è una prima punta vecchio stampo. 189 centimetri di altezza, fisico da corazziere, l’ex Vibonese è il classico attaccante da area di rigore, bravo però anche nel gioco spalle alla porta, utile per sfruttare gli inserimenti dei centrocampisti. Il gigante palermitano è tra i calciatori più “imponenti” del girone meridionale ed è di sicuro in una fase cruciale della sua carriera. Diversi club di cadetteria avevano manifestato interesse per il suo cartellino, il suo acquisto rappresenta pertanto una buona operazione per i lupi. Tifoso dell’Inter e grande fan di Mandzukic, Plescia dovrà ora ricambiare la fiducia dell’Avellino e far sentire il suo peso in zona gol.

Articoli correlati

Back to top button