La Lega B a rischio commissariamento, il 13 settembre l’ultima chance

La Lega B a rischio commissariamento, il 13 settembre l’ultima chance

Manca il numero legale dell’Assemblea cui l’Avellino non prende parte

In attesa del Consiglio federale di lunedì che probabilmente ne deciderà il commissariamento, la Lega B ha deciso di convocare una sesta assemblea elettiva il 13 settembre per provare a nominare il nuovo presidente, dopo quella saltata oggi per la quinta volta a causa della mancanza del numero legale. Lo ha annunciato il reggente Ezio Maria Simonelli, su cui alcuni club volevano puntare come soluzione istituzionale.

«Non sono un nome buono per tutte le stagioni. Quando in passato mi sono voluto candidare in Serie A l’ho fatto con un programma. Non mi proporrò. Per ora l’unico candidato è Corradino – ha tagliato corto il presidente del Collegio dei revisori dopo la riunione a cui non hanno partecipato Pescara, Salernitana, Novara, Carpi, Perugia, Foggia, Palermo e Avellino -. Penso che lunedì il Consiglio federale nominerà il
commissario. Ciò nonostante, visto che c’era bisogno di convocare a breve un’assemblea operativa, i club hanno chiesto di mettere all’ordine del giorno il 13 settembre anche l’elezione del presidente. L’ho comunicato a Tavecchio. Il commissario resterebbe in carica fino alla nomina di un presidente. Credo sia interesse di tutto il calcio che la B abbia degli organi. C’è la volontà di confrontarsi, in questo momento non la soluzione».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy