“Non è normale che sia normale”, il Countrytennis contro la violenza sulle donne

“Non è normale che sia normale”. E’ questa l’iniziativa importante per la Scuola Tennis del Country Sport Avellino legata alla giornata mondiale contro la violenza sulle donne.
Si poteva in questa occasione riportare di risultati del settore femminile ma per uscire fuori dalla retorica gli atleti del Country hanno deciso oggi di scendere in campo contrassegnati dal simbolo della giornata, il rossetto rosso sulle guance, per evidenziare che a riguardo di questa problematica c’e ancor prima della violenza fisica un problema di linguaggio, di dialettica, di rapporto sociale che meglio si deve bilanciare gia nelle piccole cose ed anche nello sport: “Un grido “Non è normale che sia normale” dice Guido Nazzaro, maestro della scuola di tennis avellinese, che vuole evidenziare che questa attenzione va dedicata ogni giorno a questa problematica fin da ragazzi.
Nel 2020 “non sembra normale che sia Normale avere ancora giornate come queste, sembra quasi una distorsione rispetto a quella civiltà che noi tutti sembriamo riconoscerci”.

Check Also

kevin cusenza

Virtus Cassino con un Kevin Cusenza in più contro la Scandone Avellino

La BPC Virtus Cassino è lieta di comunicare l’acquisizione delle prestazioni sportive dell’atleta Kevin Cusenza, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.