BASKETNEWSSCANDONESERIE B

La Scandone sciupa 12 punti di vantaggio e perde all’overtime contro Formia 83-81

Avellino è sempre in vantaggio fino a due minuti dalla fine del quarto quarto, acciuffando all’ultimo secondo l’overtime ma perdendo sul filo di lana contro la Meta Formia. Una sconfitta che allontana forse irreparabilmente i playoff e comincia a far preoccupare anche in ottica salvezza. La Scandone stecca da 3 punti (7/29) e commette ben 32 falli, 12 in più di Formia. Negativo l’esordio di Trapani, che gioca pochi minuti senza mai entrare in partita. Sarà tempo di riflessione per i lupi, che dovranno riprendersi dal trend negativo dell’ultimo mese. Prossima partita contro la Luiss Roma il 31 gennaio al PalaDelMauro alle 18:00.

Primo tempo

Lo starting five della Scandone è composto da Costa, Sousa, Ani, Brunetti e Marra, che trova i primi due canestri per Avellino. Formia apre le danze dalla lunga distanza con Cimminella, ma 5 punti della coppia Ani-Sousa portano i lupi sul +4 a metà del quarto. Jovovic trova però per la Meta prima il pareggio e poi il sorpasso con una tripla e un paio di tiri liberi. Un fallo su un tiro da 3 di Riccio commesso da Tamburrini, permette alla Scandone di concludere il primo quarto in vantaggio, 20-21.

Ianuale apre il secondo quarto con un tiro dall’arco, ma Formia non riuscirà a trovare altri punti per ben 8 minuti; Ani mette a segno in area il canestro che porta in doppia cifra il vantaggio della Scandone (23-34 al 16′). La Meta riesce finalmente a sbloccarsi con due tiri liberi di Verrazzo a due minuti dalla fine del primo tempo. Avellino costringe Formia a segnare solo 7 punti nel secondo quarto, non trovando però lo strappo decisivo in attacco. La prima metà di gioco si conclude con i biancoverdi avanti per 27 a 37 ma i laziali ancora a galla nonostante le difficoltà.

Secondo tempo

Un mini parziale di 5-0 della coppia Laguzzi-Digno riporta Formia in apertura del secondo tempo a due soli possessi di distanza da Avellino. Sousa comincia però a macinare finalmente qualche punto, fissando con una schiacciata il nuovo massimo vantaggio della Scandone (35-47 al 25′). La Scandone comincia a pagare per i tanti falli commessi, su tutti Monina già a quota 4: sfruttando i tiri liberi e qualche errore difensivo di Avellino, Formia rosicchia 4 punti, concludendo la penultima frazione di gioco sul punteggio di 48 a 54.

La Meta inizia l’ultimo quarto come il terzo, riducendo lo svantaggio ad un unico punto grazie ai canestri di Scampone e Digno. I lupi tornano però a marcare dalla lunga distanza: due triple di Mazzarese e Marra ricacciano indietro i laziali (56-65 al 34′).  Il tira e molla tra le due squadre continua, con Jovovic e Ianuale che riportano a -2 i padroni di casa, ma è sempre Cimminella, con un’ennesima tripla, ad impattare la partita. Costa trova in 1 contro 1 un importante appoggio per ridare aria ad Avellino, mentre Brunetti esce per 5 falli nel momento più catartico della partita. A 50 secondi dalla fine, si porta avanti Formia grazie ad una tripla di Tamburrini in contropiede. Riccio fa 2/2 ai liberi, ma sempre Tamburrini perde poi palla in attacco. Mazzarese riesce a pescare un fallo a 2 secondi dalla fine, segnando però un solo tiro libero e portando la sfida ai supplementari.

Supplementari

Un 4/4 complessivo ai liberi di Jovovic e Tamburrini, mette due possessi di distanza tra le due squadre. Avellino deve farsi anche carico  dell’espulsione per 5 falli di Ani, che in attacco sfonda su Laguzzi. Marra e Costa trovano due triple di disperazione che riportano i biancoverdi sul -2, ma l’ultimo tiro a tutto campo, sempre di Marra, non raggiunge nemmeno il ferro, concludendo così la partita 83-81.

Scandone Avellino: Marra 12, Costa 7, Monina 4, Riccio 19, Sousa 8, Marzaioli 2, Trapani, Mazzarese 10, Brunetti 5, Ani 14, Genovese NE, Mraovic NE  all. De Gennaro

Meta Formia: Scampone 3, Digno 9, Tamburrini 15, Jovovic 18, Laguzzi 16, Ianuale 7, Cimminella 11, Verazzo 4, Grgurovic, Tartaglione NE, Polidori NE, Di Prospero NE  all. Di Rocco

 

 

 

 

Articoli correlati

Back to top button