Scandone Avellino, caccia al primo acuto esterno: c’è Sant’Antimo per i lupi

Scandone Avellino, caccia al primo acuto esterno: c’è Sant’Antimo per i lupi

Dopo lo stop forzato di domenica scorsa i biancoverdi fanno visita alla Geko di coach Patrizio

di Redazione Sport Avellino

Ritorna a giocare la Scandone Avellino dopo il turno forzato di riposo della scorsa settimana dovuto all’infiltrazione d’acqua riscontrata sul tetto del PaladelMauro che ha comportato il rinvio della sfida casalinga contro l’Adriatica Industriale Corato Basket. Questo pomeriggio alle ore 18:00 la formazione allenata da coach Gianluca De Gennaro sfiderà la Geko Psa Sant’Antimo nell’ottava giornata d’andata del girone D di serie B. I biancoverdi, come detto, hanno beneficiato di una domenica senza fatiche sul parquet ma è tanta la voglia di rimettersi in carreggiata alla luce del filotto di quattro sconfitte consecutive che hanno portato i lupi in fondo alla classifica. L’appuntamento contro i partenopei può rappresentare una sorta di svolta sul piano psicologico in caso di vittoria. Da una parte la Scandone può cancellare il numero zero alla voce delle vittorie lontane dal PaladelMauro e, in seconda battuta, rimettersi in carreggiata dando un segnale forte e chiaro alle dirette concorrenti.

“Speriamo non succeda quello che è successo a Palestrina e Ruvo. La squadra era stanca perché aveva lavorato molto in palestra. Da una settimana stiamo calando i carichi. Siamo passati da allenamenti che superavano le due ore ad allenamenti che superano l’ora. Era giusto farlo. Ora siamo consapevoli di potercela giocare”. L’auspicio è che quanto affermato venerdì in conferenza stampa da coach Gianluca De Gennaro possa essere confermato dalla prestazione sul parquet contro una avversaria che domenica scorsa è uscita sconfitta dal campo della Bawer Olimpia Matera per 74-56. La Scandone, da parte sua, conta di avere tutti a disposizione con Ondo Mengue e Rajacic che dovrebbero recuperare da alcuni acciacchi fisici avuti nei giorni scorsi ma che non dovrebbero mettere in discussione la loro presenza. Sarà un roster al completo con lo staff tecnico che dovrà tenere fuori un paio di elementi sui quattordici a disposizione. E’ atteso, infine, l’esordio del centro Giulio Dushi che si dividerà il minutaggio in area col compagno di squadra Andrea Locci. Una vittoria per Avellino significherebbe affrontare con un pizzico di tranquillità anche la vicenda societaria con l’Amministratore Unico Gerardo Santoli che ha manifestato la sua intenzione di lasciare l’incarico all’interno dell’organigramma rimettendo così in discussione il progetto messo in piedi a fine settembre con la regia del primo cittadino Gianluca Festa. Aspettando quanto accadrà dentro la casa madre Sidigas.

Sant’Antimo punterà su un roster che in casa ha superato la Virtus Arechi Salerno (84-71) e Valmontone (70-63). L’altro successo è stato maturato sul campo di Scauri (56-76). Sant’Antimo, undicesima in classifica, può contare su un quintetto esperto che conta la presenza dell’ala ex Treviglio (A2) Tommaso Carnovali con 13,3 punti di media e di Biagio Sergio (visto a Caserta nella passata stagione) oltre che al pivot ex Scafati e Napoli Ferdinando Matrone che garantisce circa 14 punti col 60% da due punti. In cabina di regia c’è il giovane Vincenzo Provenzani prodotto della Stella Azzurra Roma. La Geko è una squadra che fa del tiro in avvicinamento al canestro uno dei suoi punti di forza considerato il 29% di squadra al tiro da tre punti. Un aspetto da non trascurare per la Scandone.

Basket: Sant’Antimo si rinforza, arriva Smorra che esordirà contro la Scandone

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy