Scandone, la serie B all’insegna di soli giovani?

Scandone, la serie B all’insegna di soli giovani?

Il sindaco Festa: “C’è interesse da parte della proprietà e del custode giudiziario di fare iniziare la stagione della Scandone”

di Redazione Sport Avellino

Tutto tace e latitano segnali di vita per la Scandone che resta al palo a diciotto giorni dall’inizio del campionato. Nessun allenatore firmato (l’avellinese Gianluca De Gennaro resta l’unico candidato a ricoprire questo ruolo), un Direttore Sportivo nella persona di Nicola Alberani chiamato a trovare una soluzione tecnica ma dai piani superiori l’interesse per il basket scarseggia. Ed ecco che l’ipotesi che circola nelle ultime ore è quella di formare una squadra di soli elementi provenienti dal settore giovanile. Una soluzione low cost per la proprietà ma con tanti dubbi sulla reale fattibilità nel sostenere un campionato di serie B dove la salvezza sarebbe il vero obiettivo. Prosegue così lo scempio che De Cesare e l’azienda Sidigas continuano a perpetrare, su un territorio che ha dato tanto in termini di benefici economici all’azienda napoletana del gas. E a parlare della Scandone è stato ancora una volta il sindaco di Avellino Gianluca Festa intervenuto a Radio Punto Nuovo: “C’è interesse da parte della proprietà e del custode giudiziario di fare iniziare la stagione della Scandone. Le difficoltà ci sono, ma c’è anche l’impegno e il sostegno delle istituzioni e l’intenzione dei tifosi ad abbonarsi per il bene del club.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy