CALCIO A 5SANDRO ABATE AVELLINO

Sandro Abate, Angelini: “Giocheremo per i 3 punti, spero che il pubblico venga e si faccia sentire”

Le parole dell'allenatore della compagine irpina

Alla vigilia del debutto in campionato contro l’Olimpus Roma, il tecnico della Sandro Abate Gianfranco Angelini, in conferenza stampa, ha introdotto la sfida contro la formazione capitolina.

Sicuramente siamo pronti, pienamente è un parolone. Sono sei settimane che lavoriamo e alcune cose si aggiusteranno inevitabilmente partita dopo partita. Indubbiamente siamo ad una buona percentuale di forma e ad una buona percentuale di meccanismi di squadra. Sicuramente sappiamo che la prima è una partita fondamentale. Noi giocheremo per i 3 punti e siamo anche abbastanza fiduciosi perché la squadra c’è e si è allenata bene. Abbiamo fatto un’ottima rifinitura, però poi sarà il campo a parlare. Però è una squadra dura che corre e che suda. Sappiamo che il palazzetto sarà colmo di gente e sappiamo quello che vogliono i tifosi. Vogliono che la maglia sia sudata e vogliono i tre punti. Sulla maglia sudata ci possono giurare, sui tre punti diciamo che noi cercheremo di portarli a casa. Spero che il pubblico venga e si faccia sentire. Loro spingeranno noi e noi cercheremo di spingere loro. Insieme i risultati si possono ottenere”.

Prosegue parlando della sua squadra:Diciamo che siamo a un 70/80%. Non è ancora la squadra che io voglio, dobbiamo ancora farne di strada. Le partite vere saranno a marzo, inutile nascondersi. Noi sappiamo che la forma vera la dobbiamo prendere a gennaio. Da oggi dobbiamo prendere punti per metterli in cascina e poi essere tra le teste di serie o almeno in zona. Non siamo ancora pronti per quei mesi, ma credo che pochissime squadre siano pronte. Ci saranno più partite e più soste quest’anno”.

Sull’Olimpus Roma:L’Olimpus è una squadra fortissima costruita per vincere il campionato. Hanno fior fior di giocatori. Noi partiamo per prendere i 3 punti, non ci arrendiamo ed andremo pallone su pallone. Per batterci devono essere veramente forti gli altri. Serviranno 14 Angelini più lo staff domani. I giocatori sanno quello che voglio, lotteranno su tutti i palloni. Hanno preso il carattere mio. La partita avrà un’intensità alta, loro hanno grandissimi giocatori di qualità immensa. L’intensità loro la usano solo in una fase, nell’altra fase la usano poco ma perché hanno giocatori di qualità. Dobbiamo tenere un’intensità alta quando difendiamo, ma ancora più alta quando attacchiamo. Questa è la chiave della gara. Loro sanno che io faccio dell’intensità l’arma vincente. Saremo compatti e duri, vogliamo portare i tre punti a casa”.

Su Gutierrez:È un gran bel pivot perché sa proteggere bene la palla e sa fare gol. Ma soprattutto sa difendere, si sacrifica nella fase difensiva. È uno che fa tutte e due le fasi, e i giocatori che fanno entrambe le fasi possono essere solo giocatori ottimi”.

Sui due ex della sfida, Nicolodi e Bagatini:Nicolodi quando sta bene è un giocatore fortissimo, abile con tutti e due i piedi, ha quantità e qualità. È un giocatore di una qualità immensa. Bagatini è un ultimo molto roccioso. Non ci scordiamo gli altri, hanno Chima, Jorghinho, Dimas, Schininà, Pedrinho, Grippi. Sono giocatori forti, ma sinceramente io mi tengo i miei. Sono convinto di quello che ho scelto e dei giocatori che ho. Rispetto di tutti e paura di nessuno”.

Articoli correlati

Back to top button