CALCIO A 5SANDRO ABATE AVELLINO

Sandro Abate: polveri bagnate, Roma fa suo lo Sky match

Il racconto della sfida andata di scena al Pala Cesaroni di Genzano

Nel posticipo serale della seconda giornata del girone di ritorno, l’Olimpus Roma fa suo lo Sky match contro la Sandro Abate. Al suono della sirena è 2-0 in favore dei romani che capitalizzano al massimo le opportunità create. Avellino paga il poco cinismo in zona offensiva nonostante la grande mole di occasioni prodotte nel corso della gara. L’espulsione di Luciano ha permesso poi ai blues di mettere al sicuro il match. Si ferma a 4 la striscia di vittorie consecutive degli irpini. La Roma invece riaggancia la seconda posizione.

Primo Tempo

Partita equilibrata fin dalle battute iniziali, le due squadre si studiano e cercano di concedere il meno possibile agli avversari. Infatti le prime conclusione della gara non creano problemi ai portieri. La prima vera occasione del match capita al nono con Botta che a tu per tu con Ducci centra in pieno la traversa. Pochi secondi più tardi è l’ultimo arrivato Angellot a provarci, il portiere di casa però in allungo con il piede destro respinge. Verso la metà della prima frazione il tecnico dei romani D’Orto chiama time-out per organizzare gli schemi sia difensivi che offensivi. Al rientro è Rafinha che ci prova dalla distanza, Parisi si fa trovare pronto. Al 12′ però, lo stesso portiere irpino commette un errore grave e regala il vantaggio ai blues. Clamorosa frittata in fase di uscita in presa alta di Parisi che buca l’intervento e difatti vede la palla terminare in fondo al sacco. Incassato il colpo mister Basile usufruisce del time-out a sua disposizione per riportare la calma nel suo team. Ad un minuto dal termine del primo tempo, è un doppio miracolo di Ducci sui tentativi da distanza ravvicinata di Avellino e Ugherani che manda la Roma negli spogliatoi avanti di una lunghezza.

Secondo Tempo

In avvio di ripresa è subito Angellot che impegna Ducci. Alex, andato via in banda, mette la sfera al centro dove Ugherani si fa murare il suo tentativo di tap-in da un difensore di casa. Dopo 6 minuti la formazione irpina resta in inferiorità numerica a causa dell’espulsione (per doppia ammonizione) di Avellino. L’Olimpus, ritrovatasi con l’uomo in più, cerca di affondare il colpo per allungare le distanze. La rete, come prevedibile, arriva con Marcelinho che da solo davanti al portiere non perdona. Momento di difficoltà per gli avellinesi che rischiano di incassare anche la terza marcatura di serata dopo pochi minuti, il pallonetto di Cutrignelli esce di poco fuori. Mister Basile chiama time-out al 10′ per organizzare gli assalti con l’intento di riaprire la gara e dunque lancia nella mischia Ugherani come power play. Gui raccoglie il cross di Angellot ma di testa non riesce ad inquadrare lo specchio da buona posizione. Il tecnico degli irpini cambia il portiere di movimento e schiera il colombiano Angellot con la maglia gialla. Ancora Ducci che tiene avanti i suoi con una grande parata su Gui. Spinge inevitabilmente Avellino che si riversa nella metà campo avversaria con il giocatore di movimento in più. Il palo, a pochi secondi dal termine, ferma Botta. L’assedio nel finale non sortisce gli effetti sperati. Roma mantiene la porta inviolata e conquista 3 punti importanti che la riportano in seconda posizione.

Olimpus Roma – Sandro Abate 2-0 (1-0 p.t.)

Olimpus Roma: Ducci, Tres, Marcelinho, Isgrò, Rafinha, Cerulli, Lucentini, Cutrignelli, Schininà, Cutrupi, Di Eugenio, Dimas. All. Daniele D’Orto

Sandro Abate: Parisi, Alex, Ugherani, Avellino, Nicolodi, Vitiello, Berthod, Zoppo, Petrillo, Botta, Gui, Angellot. All. Piero Basile

Marcatori: 11:52′ p.t. Ducci (OR), 07:09′ s.t. Marcelinho (SA)

Ammoniti: Cutrignelli (OR), Alex (SA), Avellino (SA), Isgrò (OR), Gui (SA)

Espulsi: Avellino (SA)

Arbitri: Fabio Rocco De Pasquale (Marsala), Luca Petrillo (Catanzaro), Andrea Cini (Perugia) Crono: Luca Paverani (Roma 2)

Articoli correlati

Back to top button