CALCIO A 5SANDRO ABATE AVELLINO

Sandro Abate, Ramon e Suazo: “Avellino piazza calda che vive di sport, possiamo fare grandi cose”

Le parole dei due giocatori della compagine verdeblù in conferenza stampa

I due calcettisti della Sandro Abate Ramon Bueno Ardite e Lolo Suazo, intervenuti nella conferenza stampa pre gara, hanno introdotto il match di domani sera contro la L84, parlando anche del determinante fattore pubblico.

Ramon Bueno Ardite:Una squadra costruita come la nostra penso che in ogni partita debba confermarsi. Ogni match in questo campionato sappiamo che sarà una gara da vincere. Con il pubblico è sempre bello, poi prima di venire qua mi hanno detto che Avellino è una piazza calda. Già nella prima partita abbiamo visto che c’era tanta gente al palazzetto, chiaramente ne aspettiamo sempre di più e perciò cerchiamo di fare sempre meglio. Le vittorie chiamano sempre gente ed è bello per noi che siamo in campo. Comunque siamo in una città che vive molto di sport, dal primo giorno che sono venuto si capiva questo. Tra il nostro, il calcio e il basket, che adesso non c’è ma era una realtà importante, è una città che vive di questo. Per questo stiamo cercando di dare il massimo, sappiamo che lo sport è bello però sono i risultati che portano tutto. Noi cerchiamo sempre di prendere i 3 punti. La L84 tutti la vedono come una neopromossa, ma hanno fatto un roster buono. Non sarà la squadra materasso. Noi dobbiamo fare il nostro gioco e mettere la nostra intensità. Sono cinque giocatori in campo come noi e dobbiamo affrontarli come fosse il Barcellona. Solo così possiamo avere la concentrazione giusta”.

Lolo Suazo:È stato bello vincere le prime due partite soprattutto quando si vede in campo il riflesso di ciò che abbiamo fatto in allenamento. Questi risultati sono il frutto del buon lavoro durante gli allenamenti. Contro l’Olimpus è stata tosta. Loro a priori erano più favoriti di noi ma in questo sport si gioca cinque contro cinque. Abbiamo meritato di vincere queste prime due gare. Non dobbiamo sottovalutare nessuna squadra perché quest’anno penso sia il campionato più difficile da quando sono qui, è il più complicato. Dobbiamo affrontare questa squadra come abbiamo affrontato le altre. La Sandro Abate è sempre stata una grande società, negli altri anni non sono stato qui ma quest’anno ho visto un bel gruppo con un bel rapporto tra allenatore e giocatori. Partendo da questo possiamo fare grandi cose. Se siamo una famiglia i risultati poi vengono da soli. Noi dobbiamo essere umili, lavorare. Possiamo giocarcela contro tutti e alla fine possiamo anche sognare. Mi sento bene fisicamente, prima di iniziare ho avuto un problema all’adduttore ma lavorando con tutto lo staff siamo riusciti a superarlo. Ora testa a venerdì per conquistare altri 3 punti. La prima partita in casa contro l’Olimpus con tutta quella gente, è stata un qualcosa in più. Per noi vedere il palazzetto pieno è una soddisfazione ed un orgoglio, speriamo sia così per tutta la stagione. 

Articoli correlati

Back to top button