Avellino-Bisceglie 4-2, le pagelle: scintilla Fella, Tito assistman

L’Avellino torna alla vittoria battendo il Bisceglie per 4-2. Successo importante per la formazione biancoverde che ritrova finalmente il feeling giusto con il Partenio-Lombardi. Sugli scudi Tito, protagonista in tutti i gol biancoverdi. Bene anche Fella e Santaniello che ritrovano il gol dopo un periodo di appannamento.

Pane 6,5: il numero 1 dei biancoverdi torna arruolabile e si rende protagonista di un ottimo intervento su Padulano nel corso della prima frazione. Incolpevole sul gol di Sartore.

Rocchi 6: gara senza infamia e senza lode per l’ex Cavese, che se la cava in tutte le situazioni senza sbavature. Passo avanti rispetto alla prestazione deludente di Francavilla.

Miceli 6: dirige senza problemi il reparto difensivo al cospetto di un avversario che crea pochissimi grattacapi. Fa valere come sempre il suo piede nell’impostazione della manovra.

(dall’86’ Dossena sv)

L. Silvestri 7: arriva puntuale sul cross di Tito e realizza il suo primo gol in maglia biancoverde. Concreto ed esplosivo anche in fase difensiva. Rivisto finalmente il giocatore ammirato ad inizio torneo.

Ciancio 5,5: quinto di centrocampo in fase di possesso, quarto di difesa quando ad attaccare è il Bisceglie. Interpreta bene il doppio ruolo fino a quando non si fa bruciare da Sartore sul gol dei pugliesi.

Adamo 6: ha l’attenuante di una condizione fisica e atletica non ottimale, causa Covid. Discreto il suo contributo dal punto di vista tattico, meno buono l’apporto tecnico-qualitativo. Il suo rientro è comunque una nota lieta per le rotazioni dell’Avellino. Esce sfinito a metà ripresa.

(dal ’68 Rizzo 6: porta freschezza e gamba alla fascia destra dei lupi. Entra nel gol del 4-1).

Aloi 6,5: schierato da perno centrale della linea mediana, offre il solito equilibrio e il solito dinamismo. Non è il suo ruolo naturale, ma rimedia con grande intensità e carattere. L’ex Trapani è uno dei veri imprescindibili di questa squadra.

D’Angelo 6: dopo la pausa forzata, deve ancora rientrare nei meccanismi di squadra. Gioca una partita ordinata ma senza lampi, sbagliando qualcosa di troppo in disimpegno. Il suo recupero è fondamentale per ridare imprevedibilità alla fase offensiva dei lupi.

Tito 7,5: ha il piede caldo e lo dimostra subito con il bel cross per la testa di Silvestri. Affonda sulla fascia con tecnica e decisione, pennellando al centro altri palloni interessanti. Nella ripresa offre poi i deliziosi palloni che mandano in gol prima Fella e poi Santaniello.

(dall’86 Burgio sv)

Maniero 6: fa a sportellate con i difensori avversari, dimostrando ancora di avere l’atteggiamento giusto. Si mette a disposizione della squadra, facendo anche il lavoro sporco e mettendo in mostra un’attitudine sempre molto propositiva.

(dal 68’ Santaniello 6,5: l’ex Picerno entra bene in partita e al primo pallone utile trova il gol che chiude la contesa).

Fella 7,5: nel primo tempo la sua qualità fatica a venir fuori, complice il lavoro di ripiego impostogli da De Simone. Ad inizio ripresa si accende ed è bravo a trovare il guizzo vincente, bruciando la difesa pugliese e appoggiando in rete la palla del 2-0. Prende il palo, poi firma la doppietta personale con una caparbia azione in area avversaria.

(dall’86’ Bernardotto sv)

Leggi anche

La Sandro Abate si tinge ancora di azzurro, altro calcettista convocato in Nazionale

La prossima settimana l’Italfutsal sarà impegnata con le qualificazioni per l’Europeo del 2022. Per le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.