Avellino-Casertana 3-1, le pagelle: Maniero show! Adamo è incontenibile

Le pagelle dei biancoverdi

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

L’Avellino vince ancora affondando la Casertana con la doppietta di Maniero e il gol di Adamo. Grande prestazione corale dei lupi, trascinati proprio dall’ex attaccante del Pescara e dal giovane jolly. Ancora sottotono De Francesco, mentre è al solito autoritaria la prestazione di Miceli e D’Angelo.

Pane 6: preferito a sorpresa a Forte, comanda bene la difesa e risulta sempre attento tra i pali.

Ciancio 6,5: schierato ancora da braccetto nella difesa a 3, se la cava con pragmatismo e mestiere. Nel primo tempo soffre in qualche occasione la velocità dei falchetti, ma nel finale si esalta chiudendo ogni spazio in area piccola.

Miceli 6,5: guida l’uscita palla dei suoi e tiene legato il reparto difensivo con la solita autorevolezza. Si becca il giallo per un fallo intelligente su Icardi. Sfiora il gol in avvio di ripresa.

Rocchi 6: fa il suo compitino senza strafare, ma rallentando le rapide incursioni dei falchetti.

Rizzo 5,5: poco preciso al cross, è costretto a ripiegare in fase difensiva più del previsto. Nel complesso non delude, ma fa registrare comunque un passo indietro rispetto alla gara di Foggia. Ammonito, lascia il campo a Tito dopo meno di un’ora.

(dal 56’ Tito 6,5: gestisce male un contropiede, ma offre subito maggiore intraprendenza rispetto a Rizzo, pur giocando sulla corsia opposta. Nel finale trova l’assist per il tris vincente di Adamo).

Aloi 6,5: solito prezioso lavoro in termini di fosforo e quantità. Gli manca la possibilità di incidere in zona gol, ma il suo apporto al match è comunque più che positivo. Determinato e combattivo, si è calato benissimo nello spirito della squadra per cui gioca.

(dall’80’ Bruzzo 6: riassapora il campo dopo 3 esclusioni consecutive).

De Francesco 5,5: lento e poco coinvolto nel giro palla, sembra ancora una volta un pesce fuor d’acqua nel ruolo di play. Prova in un paio di circostanze la conclusione da fuori, ma senza forza e precisione.

(dal 74’ Silvestri 6,5: in questo momento ha più ritmo di De Francesco, offre un buon contributo in termini di lucidità. Avvia inoltre l’azione del 3-1 con un bel tocco per Tito.).

D’Angelo 6,5: gioca con grande intensità in entrambe le fasi, strappando gli applausi del pubblico presente. È sua la pennellata tesa e precisa per l’1-0 di Maniero. Giocatore di eccellente sostanza e qualità.

Adamo 7,5: si lascia sorprendere da Icardi in occasione del gol, ma poi si riscatta con una prova di grande brio. Avvia l’azione del pari di Maniero, mette lo zampino anche sul 2-1, quando effettua il tiro da cui nasce il tap-in di Maniero. Chiude i giochi con il gol del 3-1. Incontenibile.

Fella 6: un paio di folate, da una delle quali si origina il rosso di Hadziosmanovic, e qualche eccesso di egoismo per una prestazione comunque sufficiente. Lascia il campo nel finale a Santaniello.

(dal 74’ Santaniello 6: cerca la gemma all’82’ su una bella sponda di Bernardotto).

Maniero 7,5: pronti, via e sfiora subito il gol di testa. Lo trova al 29’, quando ruba il tempo a Carillo e fredda Dekic. Non soddisfatto, nella ripresa realizza la doppietta sfruttando il tap-in su una conclusione di Adamo. Dopo gli errori con la Juve Stabia, è Maniero show al Partenio.

(dal 74’ Bernardotto 6: ingaggia un bel duello fisico con Konate, mettendo in grande difficoltà il centrale dei falchetti. Impatto positivo per l’ex Vibonese).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy