Gigi Molino

Avellino, Molino: “L’Avellino paga l’assenza del pubblico, bisogna migliorare questa classifica”

Ha parlato, in diretta su Prima Tivvù, il provvisorio tecnico dei lupi Gigi Molino. Il responsabile del settore giovanile biancoverde ha espresso il suo punto di vista sulla prima sconfitta stagionale lontano dal Partenio-Lombardi: “È andata male, però bisogna guardare avanti anche perché non c’è tempo per pensare al passato. Ora bisogna fare un filotto di vittorie nelle prossime tre partite in casa. Questa classifica non ci piace, deve essere migliorata. Inoltre l’Avellino paga anche l’assenza del pubblico, che avrebbe dato una grande mano”.

Sul problema covid che ha colpito il calcio e di conseguenza anche l’Avellino dichiara: “Crea sconforto psicologico, questo non deve essere un alibi. È capitato quasi a tutte le squadre di avere dei positivi. Dobbiamo conviverci e dobbiamo essere forti psicologicamente. Nel momento migliore siamo stati colpiti dal covid, sono venuti a mancare alcuni giocatori. Diventa difficile allenarsi in queste condizioni, ma Braglia riesce a tenere tutti sulla corda. I tamponi prima della partita coinvolgono tutti. Anche se vengono a mancare alcuni componenti del gruppo squadra, ci sono altri componenti che sono pronti a subentrare”. Prosegue sugli obiettivi della dirigenza irpina: “Penso che l’Avellino, una volta recuperati tutti, possa raggiungere i propri obiettivi. L’allenatore ed il direttore sono di prima fascia, la proprietà è una delle migliori, quindi ora bisogna unirci e fare gruppo”. 

Sul gruppo squadra, invece, afferma: “È un bel gruppo, hanno voglia di lavorare e di fare il massimo per la maglia. Ci sono dei leader silenziosi nello spogliatoio. Loro sanno che giocano in una piazza importante, sanno che non possono sbagliare due partite di fila. Non cambierei i calciatori dell’Avellino con quelli della Ternana o del Bari”.  

Sul post di sfogo di Giovanni D’Agostino nel dopo gara, dice: “Era deluso dalla prestazione, come tutti d’altronde. Quando si scende in campo si cerca sempre di dare il massimo. Ci sono tante dinamiche, questi sono campi difficili, e quando ci giochi la mentalità deve essere sempre vincente”. 

Sulla negativizzazione del vice allenatore di Braglia, Domenico De Simone, afferma: “È una buona notizia, è già addentrato negli schemi e nelle dinamiche del gruppo. Dirigerà lui la squadra contro il Bisceglie”. Prosegue, poi, sulla prima panchina alla guida della squadra biancoverde, dicendo: “È stata una bella esperienza, non capita tutti i giorni di guidare l’Avellino. Voglio ringraziare la società”.

Check Also

La prima dell’anno solare al “Partenio”: il bilancio degli ultimi 10 anni

Il dato statistico relativo agli ultimi 10 anni Il derby di domani con la Cavese …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.