Da Djimsiti a De Zerbi: quanti ex Avellino in Serie A

Sono diversi i calciatori e gli allenatori che in passato hanno indossato la maglia biancoverde

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb
ex avellino serie a

Ci sono davvero tanti ex Avellino nella Serie A 2020/2021 che partirà oggi. Tra calciatori e allenatori, infatti, sono ben 14 gli ex biancoverdi che militano oggi nel massimo campionato italiano e che hanno legato il loro passato all’Avellino. Non si tratta di una novità, ma di un dato statistico che è nato negli ultimi anni e si sta sempre più consolidando. In stagioni diverse, con un’impronta più o meno decisa, tutti hanno offerto un contributo alla causa dei lupi, spesso guadagnandosi il salto in A proprio grazie ai numeri fatti registrare in Irpinia.

Gli ex Avellino in A

Ma procediamo con ordine e diamo un’occhiata a tutti gli ex biancoverdi in lista. Si parte con il difensore albanese Berat Djimisti, pilastro dell’Atalanta di Gasperini e in biancoverde nella stagione ’16-17 (35 presenze). Si prosegue con il fratello d’arte Roberto Insigne, oggi al Benevento ma nel ’15-16 agli ordini di Tesser e Marcolin ad Avellino (34 presenze, 5 gol). Più lungo e importante il percorso all’ombra del Partenio di Fabio Pisacane (86 presenze, 1 gol), ancora titolare al centro della difesa del Cagliari.

Sembra destinato ad un ruolo da titolare anche Salvatore Molina, affermatosi a Crotone dopo il biennio ad Avellino tra il 2016 e il 2018 (39 presenze, 3 reti). Partono con i galloni di alternative, invece, i tre portieri che vantano un’esperienza in Irpinia. Pietro Terracciano (18 presenze), cresciuto nel vivaio dei lupi, proverà ad insidiare Dragowski a Firenze; Daniele Padelli (15 presenze) e Ionut Radu (24 presenze) copriranno le spalle ad Handanovic all’Inter.

Profuma di biancoverde anche la difesa del Genoa, dove ci sono Andrea Masiello (43 presenze nel 2005-2006), Davide Biraschi (36 presenze totali) e il tanto amato Davide Zappacosta (91 presenze, 3 gol). In Liguria i colori biancoverdi spopolano anche a La Spezia, dove sono stati confermati il difensore Riccardo Marchizza (18 presenze) e l’attaccante Andrej Galabinov (43 presenze, 16 gol).

La squadra di Italiano potrebbe inoltre presto accogliere il talento di Daniele Verde, che si è fatto apprezzare nell’Avellino di Toscano e Novellino con 33 presenze e 8 gol. A completare il pacchetto di calciatori c’è Armando Izzo (64 presenze, 2 gol), in forza al Torino ma nel mirino della Roma.

Tra novità e conferme sono due, inoltre, gli ex Avellino in panchina. La new entry è rappresentata da Giovanni Stroppa, tecnico del Crotone, numero 10 dell’Avellino di Zeman nella sfortunata stagione 2003-2004 (33 presenze, 1 gol meraviglioso al Palermo). La certezza è costituita invece da Roberto De Zerbi, demiurgo del Sassuolo ed ex fantasista dei lupi in due diversi momenti (21 presenze, 5 gol).

Leggi anche le 10 cessioni top nella storia dei lupi.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy