Estro, duttilità e affidabilità: Micovschi, l’imprescindibile

Estro, duttilità e affidabilità: Micovschi, l’imprescindibile

Il fantasista scuola Genoa è uno degli inamovibili della squadra di Capuano. Merito delle sue caratteristiche uniche

di Domenico Abbondandolo, @domenicoabb

Seppur tra alti e bassi, la stagione dell’Avellino sta andando oltre quelle che erano le aspettative di inizio anno. La squadra biancoverde ha praticamente già raggiunto la salvezza e si è inserita addirittura nella corsa ai playoff. Merito soprattutto di Di Somma e Capuano, capaci rispettivamente di costruire e plasmare un organico di assoluto rispetto, fondato su diverse certezze. Una di queste riguarda senza dubbio Claudiu Micovschi. Il fantasista rumeno, di proprietà del Genoa, è infatti l’unico giocatore – con Di Paolantonio – ad essere sempre stato utilizzato, sia in campionato che in Coppa Italia. Un segnale importante, di continuità e affidabilità, che ha reso Micovschi uno dei punti fermi del lupo.

NUMERI – Sono innanzitutto i dati e le statistiche, dunque, a certificare il peso specifico che il numero 19 riveste nell’economia del gioco della squadra biancoverde. Il fantasista scuola Genoa ha racimolato in totale 2763′ (in 34 partite), che lo rendono il secondo calciatore più utilizzato della rosa. Pur non essendo un attaccante di ruolo, poi, Micovschi ha messo insieme cifre importanti anche dal punto di vista dei gol (5) e degli assist (7). Numeri importanti, che incidono per il 29% sul computo totale delle reti biancoverdi e lo rendono uno dei calciatori più decisivi.

QUALITÀ – A favorire il suo exploit, garantendogli una maglia da titolare sin dalle primissime battute, è stata indubbiamente la sua qualità tecnica. Per estro e fantasia, infatti, Micovschi è uno dei migliori calciatori in organico. Capace di accendersi e di creare pericoli dal nulla, il classe ’99 è un giocatore agile, rapido tra le linee ed abile negli uno contro uno. Tutte qualità difficili da riscontrare in terza serie, che a maggior ragione lo rendono un valore aggiunto per l’Avellino.

DUTTILITÀ – L’ultima delle ragioni per cui Micovschi si è guadagnato il ruolo di “imprescindibile” nello scacchiere di mister Capuano è la sua duttilità tattica, intesa anche come propensione al sacrificio. Una caratteristica difficile da riscontrare in calciatori così talentuosi, ma che Micovschi racchiude al meglio. Nel corso di questi mesi, il talento rumeno ha giocato pressoché ovunque (esterno alto, esterno di centrocampo, mezzapunta, seconda punta) ed ha sempre ben figurato, mettendo gli interessi della squadra davanti ai propri. Micovschi è un giocatore fondamentale a livello tattico, per gli equilibri della squadra, ed è un ragazzo affidabile nelle prestazioni e nell’approccio fisico al match. Un vero e proprio gioiello, che l’Avellino vuole godersi ancora fino al termine della stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy