Focus Bari: squadra in ripresa, ma c’è un tabù da sfatare

Ecco l’analisi sul prossimo avversario dei lupi

di Filippo Abbondandolo, @filippoabb

Il nuovo corso dell’Avellino targato Ezio Capuano parte con la sfida interna alla corazzata Bari. In Irpinia arriva una squadra lanciata, rinvigorita dal cambio tecnico e desiderosa di sfatare il tabù biancoverde.

La guida tecnica

L’impatto di Vincenzo Vivarini (classe 1966) sulla stagione del Bari è stato notevole, riportando entusiasmo e fiducia in un ambiente deluso da un avvio di torneo non in linea con le ambizioni stagionali. Al di là dei numeri (10 punti conquistati in 4 partite, il distacco dalla vetta ridotto da 5 a 3 punti), l’aspetto più convincente è l’atteggiamento sicuro e autoritario della squadra ed il rilancio di alcuni uomini chiave che sembravano smarriti solo fino a qualche settimana fa. Il 3-5-2 funziona e dà le giuste garanzie tecnico-tattiche, al di là del sacrificio di qualche pedina arrivata in Puglia per essere utilizzata nel 4-3-3 pensato dal predecessore Cornacchini e dalla società in fase di mercato. La rincorsa è partita nel migliore dei modi e Vivarini vuole togliersi grandi soddisfazioni, riprendendosi magari con i colori biancorossi quella Serie B che fin qui (tra Latina, Empoli e Ascoli) non gli ha ancora dato tante soddisfazioni.

La stella

Per curriculum e carisma, Mirko Antenucci (classe 1984) può essere considerato il leader non solo del Bari ma di tutto il girone C di Serie C. La scelta estiva, lasciare la A e declinare offerte dalla B, di abbracciare l’ambizioso progetto pugliese è stata netta e decisa. Supportata dal fattore economico (corposo contratto triennale) ma accompagnata anche da una voglia di rimettersi in gioco in una categoria affrontata per l’ultima volta una decina di anni fa. La partenza (7 gol complessivi in 11 partite tra campionato e Coppa Italia, 4 dei quali dal dischetto) è stata soddisfacente ma è normale che da lui ci si attende sempre qualcosa in più. Senza giri di parole, il popolo biancorosso si aspetta tanti gol utili per provare a unire due obiettivi: promozione per la squadra (prioritario), titolo di capocannoniere per lui (a corredo per allargare i motivi della festa).

Il momento attuale

La partenza ad handicap è stata cancellata dal bottino raccolto nelle ultime 4 giornate. Numeri a parte, la squadra è cresciuta in tutto sotto la guida del nuovo allenatore. Punti conquistati (media più che raddoppiata), personalità, gol segnati (8 a fronte dei 6 realizzati nelle 5 gare della precedente gestione), tenuta difensiva (1 solo gol subito, tre clean sheat consecutivi portati a casa da Marfella e Frattali), “San Nicola” finalmente espugnato (2 vittorie consecutive dopo 2 punti in 3 giornate). Soprattutto è stata riconquistata la fiducia del proprio pubblico, che ha messo da parte i mugugni iniziali per spingere nuovamente con passione smisurata la propria squadra verso la vetta della classifica. Tutto nel verso giusto, in attesa di un trittico difficile (Avellino, Catanzaro, Catania) che però potrebbe mettere definitivamente le ali alla rincorsa dei galletti.

La sfida di domani

Le due squadre arrivano all’appuntamento con momenti ed umori completamente diversi tra loro. Avellino in crisi, Bari in netta ascesa. Con la variabile Capuano che però può far saltare il banco e rimescolare totalmente le carte. Un cambio in panchina trasmette sempre qualcosa ai calciatori, soprattutto nell’immediato. Ecco perché le notevoli differenze tecniche e di classifica potrebbero azzerarsi e regalare nuove sorprese. A Bari in tanti speravano che il cambio di guida tecnica in casa biancoverde non si concretizzasse proprio questa settimana. Un ostacolo in più sul proprio cammino, che va ad aggiungersi al tabù Avellino che i galletti proveranno nuovamente a sfatare. I ko in Poule Scudetto e in Coppa Italia, in entrambi i casi con relative eliminazioni dalle competizioni, fanno ancora male. Soprattutto perché vissute da favoriti assoluti. E se la famiglia De Laurentiis ripensa anche al 2005 i brividi e la temperatura salgono ancora più su.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy