INTERVISTE

Avellino, Braglia: “Abbiamo sbagliato qualcosa di troppo, il secondo posto? Non era destino”

Ecco cosa ha detto l'allenatore biancoverde nel dopo gara

Nel post gara di Avellino – Teramo, terminato con il risultato di 0-0, il tecnico dei padroni di casa, mister Piero Braglia, ha commentato il deludente pareggio che è costato il secondo posto alla formazione avellinese.

L’impegno c’è stato, ma forse non basta perché ci hanno raggiunti. C’era qualcuno che stava sottotono. Loro hanno fatto la partita che dovevano fare, due linee strette e ripartivano. Noi abbiamo sbagliato qualcosa di troppo, potevamo fare di meglio. È la partita di sabato scorso che mi da più fastidio li abbiamo perso qualcosa, non quella di oggi. Quando perdi brillantezza è normale che fai fatica a vincere, abbiamo fatto una partita che in questo momento potevamo fare. C’è molto rammarico, eravamo convinti, loro si sono difesi con le unghie e con i denti. Hanno fatto una partita tosta”. Continua dicendo:Nel calcio tutto è il contrario di tutto. Quando ci sono le partite da giocare nella vita non si sa mai. Ci dobbiamo preparare bene. 

Su i playoff: “Nei playoff conta come ci arrivi. Dobbiamo solo lavorare, prepararci bene. Io li ho vinti da terzo e da quinto, meno che da secondo. Si vede che non era destino. Non cambia niente, si entra dagli ottavi. Una partita in più non cambia assolutamente niente”. 

Su Maniero: “Riccardo l’ho visto stanco. Ha preso una botta. Cambio solo per stanchezza, ha fatto di tutto per esserci, ha dato un bell’esempio”.

Articoli correlati

Back to top button