INTERVISTE

Sudtirol, Vecchi: “Siamo riusciti a tenere testa all’Avellino, servirà la partita perfetta per ribaltarla”

Le parole dell'allenatore della compagine altoatesina

In vista della gara di ritorno del secondo turno dei play-off nazionali, il tecnico del Sudtirol Stefano Vecchi, nella conferenza stampa pre-match, ha introdotto la sfida in programma domani pomeriggio alle ore 17:30 contro la formazione biancoverde: “Servirà maggior attenzione e un briciolo di buona sorte in più. Queste sono le condizioni che devono esserci per riuscire a ribaltare questo risultato. Si è visto che l’Avellino è una squadra molto forte, ma abbiamo visto che siamo riusciti a tenergli testa. Per cui dobbiamo fare la classica partita perfetta, e ciò comporta una maggior attenzione e limitare gli errori al minimo. L’Avellino, rispetto alla Pro Vercelli, è sicuramente una squadra più strutturata e più esperta, per cui se vogliamo ribaltare il risultato bisogna fare 90 minuti al massimo. Hanno maturità ed esperienza per sapere che non possono lucrare sul risultato, qualche accorgimento ci sarà, ma si giocheranno la partita tranquillamente. Ritorniamo nelle nostre normalità per quanto riguarda il terreno di gioco. I giocatori stanno abbastanza bene, dobbiamo gestire le squalifiche più che gli infortuni”. 

Sulla riapertura dello stadio: “Per quello che riguarda il pubblico, siamo contenti di riavere un po’ di gente allo stadio. È un segnale di un miglioramento della situazione generale, perché il calcio senza il pubblico e un qualcosa senza anima e senza spirito. Siamo contenti di riavere un contorno, in questo momento abbiamo anche bisogno di una mano e sono sicuro che i nostri tifosi ci aiuteranno”.

 

Articoli correlati

Back to top button