“Attendiamo fiduciosi Lopez e Villalva, parte una stagione da protagonista per la Sandro Abate”

Protocollo per la prevenzione dal Covid-19, il punto sul mercato e sul raduno: le parole del Presidente Santosuosso e del Dottor Tomeo

di Davide Baselice, @davidebaselice

La Sandro Abate Avellino si prepara alla nuova stagione, la seconda in serie A per il club irpino. Domani prenderà il via il raduno prestagionale della compagine irpina (che inizierà gli allenamenti al palaAcone di Pratola Serra in attesa che terminino i lavori di adeguamento del PaladelMauro) che punta ad un campionato di vertice.

L’emergenza Covid-19 non ha rallentato le operazioni di mercato del team avellinese che ha completato  già da diverse settimane la costruzione del roster. A tener banco è l’arrivo in Italia di mister Fabiàn Lopez e del connazionale argentino, il laterale Eduardo Villalva bloccati nel paese sudamericano a causa della carenza di voli transoceanici che consenta loro di poter raggiungere l’Italia. Un problema sottolineato nel corso della conferenza stampa svoltasi questo pomeriggio al PaladelMauro e tenuta dal Presidente Massimiliano Santosuosso affiancato dal medico sociale del club, il dottor Tomeo con cui è stato illustrato il programma di prevenzione dal Covid-19  preparato dalla Sandro Abate.

“Partiamo con fiducia ed ottimismo ma anche con una forma di paura per via di questo vuoto normativo. Sarà una stagione difficile e delicata ma al momento non sappiamo cosa accadrà nel caso di positività riscontrata nei confronti di un atleta.” – spiega Santosuosso che preannuncia anche come “è in corso tra i presidenti della lega di serie A una sorta di “interrogazione” verso la divisione per chiarire alcuni aspetti poco chiari.

Il 24 ottobre – giorno del debutto casalingo in campionato a contrada Zoccolari – si giocherà a porte vuote: “Alla luce delle attuali normative nazionali per gli sport indoor inizieremo la stagione a porte chiuse e per questo motivo che non abbiamo dato il via alla campagna abbonamenti con prezzi davvero popolari come le curve a 40 euro. – aggiunge il massimo dirigente irpino – Mi auguro che sia un’annata storica per la Sandro Abate. Tocchiamo con mano l’entusiasmo dei nostri tifosi e siamo carichi di entusiasmo.”

Tocca poi al Dottor Tomeo spiegare nel dettaglio il protocollo adottato dalla società in tema di prevenzione dal Covid-19: “In questo momento ringrazio la società per la fiducia accordata. Attualmente abbiamo fatto del protocollo un onore ed un onere tenendo conto della situazione in Campania. Vogliamo usare le misure di contenimento del contagio con tempistiche molto scadenzate così da garantire ad atleti e rispettive famiglie e all’intera società una garanzia sul piano della salute. Tutti gli atleti arrivati da area extra-Schengen si sottopongono ad un tampone preventivo che dovrà risultare negativo oltre alla quarantena  e al secondo tampone di verifica. Agli atleti spiegheremo tutte le misure da adottare per la prevenzione dal virus. Con l’architetto Genovese ci siamo confrontati relativamente alle garanzie sanitarie da offrire alle squadre ospiti che verranno a giocare qui. Ci sarà distanziamento tra i giocatori seduti in panchina che dovranno indossare la mascherina così come tutti i componenti dello staff tecnico e medico.”

In chiusura di conferenza viene approfondito l’argomento relativo alla data del possibile arrivo in Italia del tecnico Lopez: “Comella è in contatto giornaliero con Fabiàn ed è stato stilato un programma di lavoro concordato. – evidenzia Santosuosso – E’ normale che se dovessero ripresentarsi problemi nel far arrivare qui Fabian Lopez entro il 7 settembre, dovremmo guardarci intorno. Ci stiamo preparando ad ogni evenienza ma spero che Lopez sia il nostro allenatore. Voglio salutare Marcelo Batista che purtroppo per ragioni di salute non potrà esser il nostro allenatore ma siamo in contatto ogni giorno. Quella che è stata costruita è una squadra davvero competitiva, alla luce di queste difficoltà abbiamo chiesto ai ragazzi di fare gruppo. La loro rabbia agonistica può aiutarci a sopperire con l’assenza fisica di un tecnico.” Nel frattempo i primi allenamenti vedranno anche la presenza nello staff di Alessandro Grimaldi, tecnico nativo di Solofra che in passato ha già fatto parte della Sandro Abate.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy