Bari, Vivarini: “All’andata fummo ingenui, vogliamo riscattarci contro l’Avellino”

Le parole alla vigilia del tecnico dei pugliesi

di Redazione Sport Avellino

Sulle ali dell’entusiasmo per l’arrivo del nuovo presidente Angelo D’Agostino, l’Avellino domani pomeriggio affronterà il Bari in un match che non lo vede favorito almeno sulla carta. Sulla sponda pugliese c’è voglia di riscatto dopo il pari nel turno infrasettimanale contro la Ternana. A parlare alla vigilia del match contro gli irpini è mister Vincenzo Vivarini in conferenza stampa: “Avellino è una delle partite che ci ha penalizzato, loro avevano fatto poco, eravamo in vantaggio, fummo ingenui anche lì su un calcio piazzato. Ma non è solo quella partita ad esserci sfuggita in modo bruciante, penso al pari col Teramo. Ci sono altre sfide che ci lasciano con l’amaro in bocca. Bisogna avere i piedi per terra e l’umiltà giusta, dare tutto ciò che si ha, anche noi possiamo giocare in modo sporco e dobbiamo farlo. Se abbiamo una mentalità troppo borghese abbiamo sbagliato campionato. Con l’Avellino da parte nostra deve esserci rivalsa anche per la sfida dell’andata.”

I numeri in questo 2020 non sono negativi come spiega l’ex Empoli:  “I numeri del 2020 sono molto positivi sotto l’aspetto delle prestazioni di squadra. I risultati meno, non ci vanno giù. Contro la Cavese è stata una prestazione positiva, non parliamo mai di arbitri ma anche lì, il gol di Sabbione poteva essere buono. A volte sono anche gli episodi a non far scattare l’entusiasmo da parte di tutti. Dopo due pareggi c’è depressione. Noi dobbiamo essere bravi a continuare a dare entusiasmo fino alla fine, poi si vedrà.”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy