Basket A2 femminile: Ariano cerca il bis

Prima al Pala Cardito: c’è da sfatare il tabù Battipaglia

Cresce l’attesa per l’esordio casalingo dell’Lpa Ariano Irpino. Domenica al Pala Cardito (palla a due alle 18) arriverà la PB63Lady Battipaglia. Le ragazze di coach Agresti sono reduci dal successo faticoso ma meritato del Pala Silvestri di Salerno. Quello contro la formazione di coach Riga è un match che ha un peso specifico maggiore. La caratura dell’avversario, il regolamento con la conseguente eredità nella seconda fase dei punti conquistati negli scontri diretti, impone di evitare disattenzioni difensive e passi falsi. Il precedente di appena due settimane fa in amichevole al Pala Zauli (sconfitta di un punto) sarà da stimolo per le rossoblu. Coach Agresti non si fida della presunta gioventù delle salernitane: “E’ solo una questione anagrafica. Ci sono giocatrici con esperienza di A1 e A2 e soprattutto giocano una pallacanestro organizzata che ha poco di giovane o inesperto”. Tante le ex sul fronte arianese. L’assistant coach Ferazzoli, Maggi, Dominguez e l’ultima arrivata Alejandra Chesta. L’ala argentina vuole riscattare l’esordio sotto tono di sabato scorso. Così come la compagna di reparto Silvia Sarni che prova a caricare compagne e tifosi per esorcizzare il tabù battipagliese: “Loro sono una squadra giovane, molto atletica, corrono molto, una squadra fastidiosa da affrontare insomma. Sarà una partita impegnativa. Detto ciò  mi concentrerei più su quanto potremo dare noi in campo. Abbiamo bisogno di giocare bene di squadra, concentrate con un buon approccio. Se riusciamo ad essere maggiormente consapevoli delle nostre potenzialità non dobbiamo temere nessuno. Contiamo sull’apporto del nostro pubblico. Per noi è fondamentale. Nel bene o nel male traiamo forza dalla loro presenza”.
L’AVVERSARIA – La sfida con la formazione del presidente Rossini è ormai una classica del campionato di serie A2. Ben cinque i confronti nella scorsa stagione, conclusasi con l’avvincente serie di semifinale play-off. Il bilancio recita un severo 4-1 a favore delle gialloblu che hanno espugnato due volte il Pala Cardito, sia in stagione regolare che in gara-2 di semifinale. Senza Di Battista e Granieri, ma con la definitiva maturazione di Orazzo e Ramò, argento agli europei under 20, e con una Ferretti in più giunta dalla A1 di Pozzuoli, le salernitane hanno ulteriormente ringiovanito la formazione che lo scorso anno dimostrò maggiore quadratura e compattezza rispetto al complesso arianese. Sono arrivate la play-guardia Francesca Russo da Bologna, la guardia Guida da Castellammare, l’ala Marchetti da San Raffaele le lunghe Mirra e Minali da College Italia. L’unica senior è Riccardi, lunga dalla tripla facile, che costituisce la front line titolare insieme alla confermatissima olandese Treffers tra le protagoniste assolute dello scorso campionato.
IL PROGRAMMA DELLA 2^ GIORNATA (serie A2 – conference centro-sud): Viterbo – Brindisi (19/10 ore 19.30); Napoli – Catania (20/10 ore 18.00); Ariano Irpino – Battipaglia (20/10 ore 18.00); Riposa: Carpedil Salerno.
CLASSIFICA: Catania, Ariano Irpino, Brindisi 2; Battipaglia, Napoli, Salerno, Viterbo 0. Battipaglia una gara in meno.

Leggi anche

Meta Formia – Scandone Avellino, la vigilia: tutto pronto per l’esordio di Trapani

Inizia il girone di ritorno del campionato di basket di Serie B, con la Scandone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.