Basket: doccia gelata per i club, la Fip chiede il pagamento dell’ultima rata

Basket: doccia gelata per i club, la Fip chiede il pagamento dell’ultima rata

La scadenza è fissata per il 27 maggio: si rischiano punti di penalizzazione o l’esclusione dai futuri campionati

di Redazione Sport Avellino

Lo scorso 2 aprile la Federazione Italiana Pallacanestro ha ratificato la chiusura anticipata di tutti i campionati di pallacanestro. Sul parquet nessuna gara si disputerà per i prossimi mesi ma lontano dal campo sembra profilarsi una battaglia che vedrà interessati i numerosi club iscritti alla Fip.

Come riportato dal sito alessioporcu.it  l’ente guidato da Gianni Petrucci avrebbe chiesto alle stesse società di pagare entro il 27 maggio 2020 la quinta rata federale prevista nel compenso annuale da corrispondere alla Fip da parte delle squadre che decidono di prendere parte ai campionati Fip.

Chi non lo farà in tempo rischia di vedersi recapitati tre punti di penalizzazione qualora il saldo dovesse avvenire entro il 3 giugno. Con un ulteriore ritardo, infine, si rischia l’esclusione dai tornei 2020-2021.

Una decisione discutibile soltanto se si pensa che pochi giorni fa il Consiglio Federale aveva ratificato la decisione di aiutare i club con un contributo pari a quattro milioni di euro tale da favorire una ripartenza della stessa pallacanestro.

Duro lo sfogo su Facebook del presidente della Bcp Virtus Cassino Leonardo Manzari come riporta lo stesso portale: “Ma era finito o no? Ma la stagione era conclusa o no? Le beffe non finiscono mai…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy