BASKETNEWSSERIE MINORI BASKET

Del Fes, inizia l’incubo playout. Benedetto: “Messi male fisicamente ma consapevoli della nostra forza”

Le parole del coach avellinese in vista di Gara 1 di playout contro Forio

Nonostante un grandissimo girone di ritorno, la Del Fes Avellino si trova costretta a dover passare per il calvario del playout per guadagnarsi la salvezza. Gli irpini pagano la differenza canestri nello scontro diretto contro Pozzuoli, che ha incredibilmente battuto Bisceglie nell’ultimo match di campionato. Avellino arriva a Gara 1, in programma domenica alle 16 al PalaDelMauro contro Forio, in condizioni fisiche estremamente precarie. Marra dovrebbe esserci nonostante dei punti applicati sulla mano destra, D’Andrea ha accusato problemi alla schiena e dovrà probabilmente stringere i denti. Basile e Hassan rimangono in dubbio e nel migliore dei casi non saranno in condizioni ottimali. Giovanni Benedetto non si perde di fiducia e ha presentato così la sfida:  “Non stiamo benissimo, abbiamo una lunga serie di giocatori infortunati che stiamo cercando di recuperare. Si tratta di una partita dentro-fuori e daremo tutto quello che abbiamo in campo. Probabilmente meritavamo di conquistare la salvezza sul campo ma per pura sfortuna non siamo riusciti ad ottenere, considerando tutte le problematiche che abbiamo avuto.”

In queste partite ogni aspetto è fondamentale: “Sia l’aspetto fisico che mentale sono molto importanti. In queste partite conteranno entrambi. Dobbiamo dimenticare la salvezza diretta che non abbiamo raggiunto, non farci coinvolgere troppo dal dispiacere e pensare invece al nostro girone di ritorno. Dobbiamo andare oltre le nostre difficoltà oggettive e cercare di fare nostra la partita.”

C’è una nuova coscienza collettiva dopo il grande girone di ritorno avellinese: “Queste sono partite che tutti sanno quanto sono importanti, c’è poco da dire. Bisogna arrivarci con la giusta tranquillità e la consapevolezza che nel girone di ritorno abbiamo fatto gli stessi punti di squadre più accreditate come Bisceglie e Salerno.”

Articoli correlati

Back to top button