“Festa dimettiti”: su Change.org parte la petizione

“Festa dimettiti”: su Change.org parte la petizione

Destinatario delle firme il prefetto di Avellino.

di Redazione Sport Avellino

“Nella tarda serata di sabato 30 maggio, il sindaco di Avellino Gianluca Festa si rendeva protagonista di eventi pericolosi per la salute pubblica, oltre che moralmente, socialmente ed eticamente deplorevoli.
A piedi, in una delle strade principali della movida cittadina, piuttosto che tentare di fermare la folla di giovani che si accalcava davanti ai locali creando assembramenti potenzialmente pericolosissimi, incitava egli stesso quegli assembramenti.
Nella fattispecie, il primo cittadino si soffermava a scattare selfie, con ragazzi molto
spesso senza DPI, contravvenendo alle misure di legge sul distanziamento sociale e perciò commettendo reato ai sensi dell’articolo 650 c.p.p..
Egli istigava all’odio, fomentando offese e cori da stadio contro la città di Salerno e la persona del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. E queste è soltanto l’ultima di tantissime iniziative a dir poco imbarazzanti che hanno caratterizzato questo ultimo anno di amministrazione.
Questa petizione nasce dal desiderio di tanti avellinesi innamorati della propria città, i quali chiedono un’amministrazione e degli amministratori seri e responsabili, dal sentimento di cittadini stanchi di dover sopportare il biasimo generale per la condotta di un sindaco palesemente fuori controllo.
L’idea di chiedere le dimissioni del primo cittadino nasce dalla voglia e dal cuore dei giovani di Avellino che non si riconosco nella strategia dei colpi bassi, delle offese gratuite, della volgarità e del degrado morale, dalla dignità lesa e dal rispetto mancato per le tante famiglie che in questi lunghi mesi di lock down hanno rispettato assiduamente le regole e ancora le rispettano, talvolta al carissimo prezzo di vedere perduti i sacrifici lavorativi di una vita. Basta alle buffonate. Restituiamo dignità alla nostra città.
#GianlucaFestaDimettiti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy