FIGC – Ipotesi voto il 22 ottobre, Sibilia e Tommasi alla ricerca del candidato

Estate bollente per il calcio italiano, si ipotizza voto per presidenza FIGC il 22 ottobre

di Redazione Sport Avellino

Sono stati dei mesi turbolenti per il calcio italiano, al di sotto della Serie A in ogni categoria vi era un contenzioso in sospeso che minacciava e minaccia il regolare svolgimento dei campionati. Dopo l’avvio di un campionato di Serie B monco, con sole 19 squadre presenti, ed una Serie C che non trova pace nella stilizzazione dei campionati, le istituzioni del calcio italiano cercano una mediazione fra le parti dopo il commissariamento della Figc con a capo il tanto discusso Fabbricini.

Il Collegio di Garanzia del CONI, oltre che ad esprimersi sulla Serie B a 19 squadre, respingendo i 6 ricorsi presentati dalle società di Serie C, dovrà esprimersi anche contro la proroga di commissariamento della FIGC.

Onde evitare questa problematica, le istituzioni calcistiche italiani, valutano l’ipotesi di voto intorno al 22 ottobre 2018, con l’asse LND, Lega Pro, AIA ed AIC compatte al voto. In un primo momento si era valutata l’ipotesi di Abete, che risulta incandidabile per via della legge n.8 del 11 gennaio 2018 in materia di limiti al rinnovo dei mandati degli organi del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e delle federazioni sportive nazionali, adesso le 4 componenti valutano un candidato in sostituzione di Abete, con l’irpino Cosimo Sibilia  ed il presidente dell’AIC, Tommasi, al lavoro per trovare un nome comune da proporre a capo della Federazione Italiano Gioco Calcio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy