La grinta e il cuore non bastano. Lpa eliminata da Battipaglia

Non è bastata la grinta e la voglia di ribaltare il pronostico alla Lpa Ariano per avere ragione del Minibasket Battipaglia che replica il successo di domenica scorsa e si aggiudica la serie, conquistando gli spareggi per tentare la scalata alla massima serie. Sugli scudi Elena Riccardi, top scorer di serata con 21 punti (8/10 al tiro) ben spalleggiata da Treffers, autrice di 20 punti e ben 14 rimbalzi catturati. Le ospiti partono subito forte con il piazzato dalla media proprio di Treffers. Le ragazze di coach Massimo Riga sono letteralmente scatenate in attacco sin dalle prime battute di gioco. Il trio Orazzo – Treffers e Riccardi fa volare la Btp sul 2-9, dopo soli 4’sul cronometro. Ariano cerca la risposta affidandosi al gioco sotto le plance di Silvia Sarni. Ritmi alti e tanto agonismo dominano il parquet ufitano. Il roster battipagliese sembra avere una marcia in più di Rossi e compagne che sprofondano sul 4-13 con la tripla dal palleggio di Marida Orazzo (settimo punto per la point guard di Vico Equense) e coach Agresti deve chiamare d’urgenza timeout. La situazione non migliora per le leonesse che sbagliano tanto in attacco. Non perdona, invece, la squadra del presidente Rossini che mostra tutto il suo cinismo, sfruttando ogni minima disattenzione della difesa di casa come nel caso della Treffers che punisce con gioco da tre punti in 1vs1 Sarni. Battipaglia impressiona per concentrazione e gestione dei possessi. Riccardi dalla linea dei 6,75 metri regala il 4-24. Ad interrompere il digiuno di canestri è dall’angolo Narviciute che piazza il sesto punto per la sua squadra ad un minuto dal suono della prima sirena. L’appoggio a tabellone di mano mancina di Valentina Maggi rende meno pesante il passivo al suono al termine della prima frazione: 8-24. È ancora  la guardia delle arianesi ad andare a bersaglio, chiudendo coi due punti una veloce transizione. Agresti ordina la zona alle sue ragazze e  qualche piccolo risultato lo si vede con Battipaglia che spreca i primi due possessi del secondo quarto. A dare fiducia alle ospiti ci pensa ancora una volta dalla lunga distanze Elena Riccardi con la seconda conclusione dalla lunga distanza. Ariano continua a macinare errori su errori da fuori il pitturato ma Narviciute non fallisce i due contropiedi che consigliano alla panchina salernitana di richiedere sospensione sul 17-29. È il momento della reazione per la Lpa con Sarni che fa pulizia a rimbalzo d’attacco e Marisabel Santabarbara che insacca la prima tripla delle irpine al 16’ di gioco che vale il 22-31. La nativa di Maddaloni riscalda la mano mentre Valentina Maggi mostra le sue qualità nel gioco spalle a canestro conquistandosi e realizzando un prezioso gioco da tre punti (28-33). Battipaglia allenta i ritmi nella metà campo avversaria ma riesce a custodire il vantaggio con le accelerazioni a campo aperto della solita Treffers che con cinque punti in rapida sequenza manda le due sfidanti al riposo sul 30-37. Promettente è il rientro dagli spogliatoi della Lpa che in 90”  punge due volte nel cuore dell’area ospite, iscrivendo a referto quattro punti per il – 3 (34-37). Chesta si vede sputare dal ferro la tripla del possibile pareggio. Non fa sconti dall’altra parte, invece, Elena Giovanna Ramò che riporta a sei i punti di distacco in favore del Minibasket Battipaglia. Ritorna a ruggire anche l’olandese Treffers che, nella stessa azione, recupera tre rimbalzi nel pitturato delle avellinesi e allunga così ad otto il gap in favore delle sue. Si complica, contemporaneamente, la situazione falli per  Agresti che deve richiamare in panchina una positiva Santabarbara gravata di quattro penalità. Ariano non riesce a produrre in attacco i numeri offerti nel quarto precedenti, merito anche di una Battipaglia pronta a prendere le misure in difesa alle varie Rossi e Maggi e abile a far prevalere tutta la propria fisicità e intensità. Il cuore, tuttavia, non manca alle padroni di casa che non tirano i remi in barca e si riportano sul – 5 (40-45) col semigancio di Sarni. Negli istanti finali le atlete di Riga rispondono con un parziale di 5-0, chiuso dalla magata a fil di sirena ad opera di Orazzo: 40-50 al 30’. In avvio di quarta ed ultima frazione le viaggianti allargano la forbice sul + 12 col jumper dalla media di Francesca Romana Russo. La zona ordinata da Agresti spinge Battipaglia a ragionare di più in attacco  e far girare maggiormente il pallone. Le cilentane hanno più birra nelle gambe e al 34’  e puniscono Ariano in transizione con Orazzo che deposita due comodi punti (44-55). La Lpa non si scompone e in un amen pesca quattro punti con Maggi e Sarni. Pronta la tripla di Riccardi e il dai e vai che porta Treffers al sottomano del 48-60. Nei due minuti che separano Battipaglia dalla finale, le giganti del Tricolle tentano gli ultimi assalti al cospetto di un Minibasket che trova la via del canestro con una facilità disarmante e con i supporters al seguito che danno inizio ai festeggiamenti. I liberi di Orazzo decretano il finale: 51-68. Per Ariano l’onore di averci provato sino alla fine e il saluto finale ai propri tifosi sarà il punto di partenza per la prossima annata.

Davide Baselice

Lpa Ariano: Santabarbara 8, Aversano n.e., Rossi 3, Albanese n.e., Chesta 2, Maggi 18, Dominguez 2, Mancinelli, Narviciute 10, Sarni 8

All: Agresti

Btp Minibasket Battipaglia: Orazzo 16, Russo ne.e, Ferretti 4, Riccardi 21, De Pasquale, Russo 2, Diouf n.e., Ramò 5, Minali n.e.

 All.: Agresti

Parziali: 8-24, 30-37, 40-50

Arbitri: Leggiero, D’Errico

 

Leggi anche

Virtus Cassino, Fioravanti: “La difesa sulla Scandone è stata la nostra chiave, con Sousa un bel duello”

Sulla sponda laziale  Matteo Fioravanti, guardia-ala della Bcp Virtus Cassino, analizza la prova dei suoi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.