Il San Tommaso frena in casa, vince il Castrovillari

A Pratola Serra fanno festa i calabresi di Sasà Marra

di Redazione Sport Avellino

San Tommaso: Landi, Colarusso, Zollo (5’st Madonna), Castro (31’st Cucciniello), Mannone, Pagano, Alleruzzo, Massaro, Sabatino, Konate (31’st Stoia), Moffa.

A disposizione: Pone, Savarise, Colucci, Tiberio, Pecorella, Raiola. All.: Eduardo Gargiulo.

Castrovillari: Aiolfi, Barilaro, Greco, Miocchi (20’st Buda), Ferrante, Vona, Cangemi, Consiglio (8’st Birzò), Guarracino (34’st Kean), Di Battista (28’st Mattei), La Ragione.

A disposizione: Zagari, De Pace, Graziano, Rosi, Canale. All.: Salvatore Marra.

Marcatori: Alleruzzo 8’pt (ST); Barilaro 27’pt (C); Guarracino 46’pt (C).

Note: Arbitro il Sig. Juan Milan Silvero di Valdarno. Espulso Alleruzzo (ST) al 27’ del secondo tempo; Espulso Pagano (ST) 36’ del secondo tempo.

Spettatori 300 circa.

Recupero 1’ pt; 6’ st

A fine gara questo il commento di mister Gargiulo:  “É stata una brutta battuta di arresto che non ci voleva. Non ce l’aspettavamo e adesso siamo qui che dobbiamo rimboccarci le maniche. I ragazzi avevano affrontato la gara nel modo giusto, siamo andati subito in vantaggio. Abbiamo sbagliato perché avremmo dovuto gestirlo meglio essendo così importante la posta in palio. La prima rete é stato un errore nostro non si può far fare ad un avversario 40 metri con la palla al piede e farlo calciare, siamo stati molto ingenui. Dopo siamo andati in confusione e siamo stati disordinati. Certo la partita é stata inequivocabilmente macchiata da un arbitraggio decisamente non all’altezza. Lo hanno visto tutti. Due rigori dubbi, a mio modo di vedere inesistenti, due espulsioni altrettanto strane. Sul primo rigore, dopo la parata di Landi sulla ribattuta a nostro modo di vedere c’era anche una palese carica sul nostro portiere. Poi ha sempre spezzettato il gioco. Insomma non siamo per niente soddisfatti di ciò che è accaduto oggi. Una partita che ci condiziona anche in vista del prossimo turno con il Marina di Ragusa: avremmo fuori infatti Pagano, Mannone e Alleruzzo. Tre calciatori per noi fondamentali. Sarà difficilissimo. Cercheremo comunque con le risorse che abbiamo di fare il possibile per tenere vivo il nostro sogno salvezza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy