La lezione dell’Irpinia: dalla Sud a Tommasone passando per gli Insuperabili

Un week end di valori veri, un week end dove l’Irpinia ha dato un messaggio a tutta l’Italia, a tutto il Mondo, attraverso lo sport, un messaggio fatto di valori veri e di appartenenza alla terra, un messaggio che soprattutto i più giovani, i più piccoli devono imparare per crescere, con dei valori giusti.

E’ iniziato tutto venerdì sera, con la vittoria di Carmine Tommasone a Roma, nel suo incontro di boxe. Il pugile di Contrada, a fine gara, ha mostrato in mondo visione e sui social, la sciarpa Biancoverdi Insuper…ABILI. Un messaggio di sostegno e affetto verso la sua terra, la sua Irpinia e soprattutto a quelle persone più sfortunate di noi, ma non per questo meno Insuperabili e meno caparbie, a lottare nella vita quotidiana e a mostrare a tutti che le difficoltà, le avversità, i problemi, vanno affrontati con determinazione e superati, anche quando sembrano metterci ko, come fa Carmine con i suoi avversari sul ring.

Una lezione, quella di Carmine, che va lodata, un gesto di amore e di affetto verso la sua terra e le persone che lo sostengono. Lezione che è stata seguita a ruota dagli stessi ragazzi INSUPERABILI, ieri al Partenio, con uno striscione che ha emozionato tutti, con un messaggio alla squadra dell’Avellino: NOI NON MOLLIAMO MAI E VOI? Una lezione di vita a tutti, come detto prima, mai mollare davanti a niente e affrontare la vita col sorriso, come fanno loro. Anche perchè, le difficoltà vanno affrontate così, con pazienza, ottimismo, determinazione. E’ inutile abbattersi o avvilirsi, si contribuirebbe solo a farsi ancora più del male. E questo messaggio riempia il cuore di tutti, perchè se a dire di non MOLLARE MAI sono persone che soffrono e che la vita ha regalato pochi sorrisi, vuol dire che vale la pena lottare sempre, fino alla fine per qualsiasi traguardo.

Infine, l’altra grande lezione che noi di SportAvellino abbiamo avuto l’onore di assistere in prima persona e in esclusiva è arrivata dagli ultras della Curva Sud dell’Avellino. Ieri si è dimostrato all’Italia come ultras non vuol dire violenza, cattiveria, daspo ecc ecc. Ieri si è dimostrato come il calcio renda amici e fratelli. Abbiamo documentato un qualcosa di unico per la nostra provincia, un qualcosa di eccezionale, una lezione di vita e sul come stare in comunità, arrivataci dagli ultras dell’Avellino, insieme a quelli olandesi del Den Haag. Assistere a chiacchierate, risate, cori, abbracci, una birra insieme, un racconto di un episodio, è stato bellissimo. Un clima di allegria e festa si è respirato ieri, sia prima, che durante la partita. Il Den Haag, in questi minuti, ha la gara dell’anno, contro i rivali dell’Ajax. Si parlava addirittura di portare alcuni della Curva Sud insieme a loro e vivere davvero un week end di fratellanza a 360°.

Tre lezioni che l’Irpinia ha dato all’Italia e al Mondo. Lezioni di vita, lezioni dalle quali bisogna solo apprendere. Complimenti a Carmine, complimenti agli Insuperabili e complimenti alla Curva Sud. C’è solo da imparare da voi.

avellino novara

Tommasone Biancoverdi

Avellino Den Haag 6

Leggi anche

Meta Formia – Scandone Avellino, la vigilia: tutto pronto per l’esordio di Trapani

Inizia il girone di ritorno del campionato di basket di Serie B, con la Scandone …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.