“Lasciati prendere” dalla Sidigas. Il 21 luglio al via la nuova campagna abbonamenti

“Lasciati prendere”. È questo lo slogna che accompagnerà la campagna abbonamenti 2014/015 della Sidigas Avellino, presentata ieri dal Direttore Operativo Marco Aloi. «Per attirare nuovi appassionati che possano supportare la squadra di Anosike e Banks. Sarà un claim che dclineremo per tante altre iniziative e che che vogliamo abbinare ad una sorta di hastag – spiega il dirigente della Scandone che indica le date secondo cui procederà la fase di sottoscrizione delle tessere: «Partirà il 21 luglio in linea rispetto all’anno scorso e terminerà  fase l’8 agosto e saranno privilegiati gli abbonati.La seconda fase, invece, inizierà il 18 agosto e terminerà il venerdì precedente l’inizio del campionato».  L’obiettivo della società è ripetere i numeri della  passata stagione e cercare di migliorare il bacino di tessere, offrendo ai tifosi prezzi ribassati e annullando, dopo tanti anni, la giornata biancoverde: «Vista la situazione economica e volontà di correggere la media spettatori e di abbassare i prezzi delle fasce più alte (tribune inferiori e superiori), rimanendo invariate le curve e abbiamo abbattuta la differenza di prezzo tra curva e distinti. Oggi abbonarsi conviene ancora di più». Altro obiettivo del club è ripetere il positivo trend in merito al numero dei paganti (aumentato nello scorso torneo): «La nostra politica è andare incontro all’esigenza di tutti ma tutti debbono supportare la nostra realtà. I nostri sono numeri reali, chi entra nel palazzetto paga». L’offerta della Sidigas va dalle curve che avranno un costo di 120 euro passando per i distinti (150 euro) e arrivando alle Tribune. La Montevergine e Terminio Superiore costerà 300 euro mentre saranno necessari cnto euro in più per sottoscrivere una tessera nelle Tribune Montervegine /Terminio Inferiore. Prezzi che subiranno una lieve maggiorazione nella seconda fase della campagna abbonamenti. Previsti delle agevolazioni per i nuclei familiari. Senza tralasciare la sinergia (#passioneinreteAv) stretta lo scorso 9 giugno col Teatro Carlo Gesualdo e l’As Avellino. L’auspicio dello stesso Aloi è che possa esserci un maggiore interesse anche da parte delle aziende del territorio. Un messaggio che a più riprese lo stesso dirigente ha lanciato nel corso della sua seconda esperienza in terra irpina: « Abbiamo bisogno del supporto commerciale soprattutto delle aziende del territorio sfruttando anche il lato del merchandising». Inoltre altro punto fermo della società sarà  la richiesta agli stessi cestisti di essere parte integrante col resto delle città, un aspetto vistosi poco nei mesi passati. Aloi ha poi precisato la posizione della società in merito ad alcune notizie apparse sugli organi di stampa nei giorni scorsi e sul caso Lakovic: «Mi stupisce vedere che siamo molto più aprezzati che siamo molto più apprezzati a livello nazionale anziché a livello locale. C’è una ricerca della polemica e la voglia di evidenziare sempre i nostri difetti». E sulla questione relativa ai contratti dello sloveno e di Dean dice: « La società si sta muovendo con strategie precise per le situazioni di Taquan Dean e Jaka Lakovic. Non è esclusa nessuna ipotesi. Stiamo facendo el dovute valutazioni».

 

Check Also

Avellino-Cavese, le probabili formazioni: ospiti dubbio offensivo, per Braglia ampia scelta

Non è un testacoda ma poco ci manca. Per l’ultima partita del girone di andata, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.