Scandone Avellino, game over: i lupi non giocheranno nemmeno in serie B

Scandone Avellino, game over: i lupi non giocheranno nemmeno in serie B

Manca il versamento della prima rata dell’iscrizione: è l’anticamera alla fine della storia della Beneamata dopo settantuno anni

di Redazione Sport Avellino

Dopo il sequestro preventivo ordinato dalla Procura di Avellino nei confronti della Sidigas di Gianandrea De Cesare (leggi qui), un’altra cattiva notizia si abbatte sul mondo della Scandone e di tutti gli appassionati: l’attuale proprietà e società non avrebbero completato entro le ore 12:00 di oggi l’iter per il versamento della prima rata (dal valore di ventimila euro) per procedere all’iscrizione nel campionato di serie B, categoria cui ha deciso di prendere parte la dirigenza biancoverde dopo i mancati superamenti dei controlli Com.tec relativi all’ammissione nel torneo di serie A. Una notizia che ha del clamoroso e che rappresentata l’ennesima batosta per lo sport biancoverde dopo quanto vissuto negli ultimi giorni. Per la Scandone la non ammissione alla serie B rappresenterebbe la fine dei suoi settantuno anni di storia. Che verrebbero chiusi nel peggiore dei modi e per colpa di chi ha preso in giro un’intera popolazione.

Seguiranno aggiornamenti.

Scandone Avellino, le tappe da rispettare per partecipare alla serie B

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy