Sidigas, Cortese e Sakota i prossimi colpi

I nomi di Dusan Sakota e Riccardo Cortese restano gli obiettivi di mercato che la Sidigas Avellino potrebbe chiudere nelle prossime ore. La scelta del duo Vitucci – Nevola rispecchia una strategia ben precisa: affidarsi a giocatori collaudati e che ben conoscono il campionato italiano. Così come accaduto per Adrian Banks e Daniele Cavaliero che potranno garantire esperienza, atletismo, intensità e, all’occorrenza minuti in cabina di regia, alla Scandone che punta a ritornare nelle posizioni che contano all’interno della classifica del prossimo campionato. Sakota, classe 1986, 210 centimetri per 104 chilogrammi di stazza, è reduce da una stagione in chiaroscuro con la Cimberio Varese, la seconda col sodalizio lombardo che lo ha visto produrre cifre inferiori rispetto alla precedente annata in cui a capoallenatore c’era proprio il tecnico veneziano con cui ha raggiunto la finale di Coppa Italia (persa contro la Montepaschi Siena) e la gara 7 di semifinale scudetto in cui a prevalere è stato sempre l’ormai scomparso sodalizio toscano. I contatti con l’agente del giocatore serbo sono avviati e ci sarebbe la volontà da parte dell’ala di rimettersi in gioco, rilanciandosi proprio con colui che ne ha valorizzato le sue caratteristiche di tiratore dall’arco dei tre punti, bravo ad allargare il gioco e ad essere un punto di riferimento nei giochi di penetra e scarica. Negli schemi di Vitucci, Sakota potrebbe ricoprire il ruolo di quattro titolare ma non è escluso che possa essere un’ottima aggiunta in uscita dalla panchina, andando a ricoprire quello che nelle ultime due stagioni è stato il ruolo di Nikola Dragovic. Compagno sulla panchina potrebbe esserlo anche Riccardo Cortese, che ha detto addio alla Giorgio Tesi Group Pistoia (i toscani hanno detto addio anche a Ed Daniel passato alla Cimberio Varese) che piace sempre di più alla formazione biancoverde e che costituirebbe il secondo cambio degli esterni, alle spalle di Daniele Cavaliero, cui si attende sempre l’ufficialità del rinnovo. Stesso discorso vale per Stefano Bizzozi, futuro assistant coach insieme a Gianluca De Gennaro, la cui trattativa è stata chiusa da un mese ma, anche in questo caso, si attende soltanto la comunicazione dell’avvenuto accordo. Altro nome che rispunta nuovamente è Mike Green, estroso playmaker, anch’egli fattosi conoscere al absket italiano nelle fila di Varese due stagioni fa. Nevola, nei giorni scorsi, ha ribadito che il giocatore abbia pretese economiche non sostenibili dalla Sidigas. Tuttavia l’abbassamento delle richieste e la risoluzione del contratto con Lakovic potrebbero aprire scenari interessanti alla Scandone.

Alle ore 12:00 di ieri, così come avvenuto per Joe Ragland, l’Emporio Armani Milano ha ufficializzato l’accordo annuale con l’ala lituana ex Fenerbache e Toronto Ratpors, Linas Kleiza. Il giocatore ha siglato un accordo sulla base di settecentomila uero e va a rinforzare una rosa che ha visto già le riconferme di coach Luca Banchi, Alessandro Gentile e Niccolò Melli.

Dovrebbe essere Valerio Mazzola il primo acquisto della Virtus Bologna.

Il lungo italiano è stato contattato da diverso tempo e le parti, con la Granarolo rappresentata da Bruno Arrigoni, sono giunte ad un accordo per un biennale. Quello che manca sarebbe l’ok da parte della società, impegnata mercoledì in un CDA che dovrebbe chiarire diversi punti, a cominciare da chi dovrà assumersi la responsabilità per il -2 in classifica.

La Vuelle Pesaro è ai dettagli con il giocatore italiani Nicholas Crow, figlio dell’ex cestista americano Mark Craw.

Il nativo di Rimini, ex Fossombron, Brescia, Orlandinam Avellino e l’ultima apparizionein LegaDue in quel di Forlì, è prossimo a vestire la canotta biancorossa in Lega A.

Check Also

kevin cusenza

Virtus Cassino con un Kevin Cusenza in più contro la Scandone Avellino

La BPC Virtus Cassino è lieta di comunicare l’acquisizione delle prestazioni sportive dell’atleta Kevin Cusenza, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.