Vitucci: “A Sassari senza alcun timore ma per crescere ulteriormente”

Secondo posticipo in meno di un mese per la Sidigas Avellino che lunedì sarà impegnata al Palaserradimigni contro il Banco di Sardegna Sassari. I biancoverdi sbarcheranno in terra isolana con l’obiettivo di riscattare l’ultimo passo falso contro la Grissini Bon Reggio Emilia. Coach Vitucci presenta questo match come un altro step in avanti per la crescita della sua squadra: «Abbiamo qualche  acciacco e mi riferisco a Cortese, Banks, Cadoguan. Non si tratta  nulla di particolare. Proiettandoci alla sfida di Sassari  affronteremo un altro match di alto livello, un altro impegno contro una capolista dopo la partita con Reggio Emilia.Sassari è un’avversaria che disputa l’Eurolega e che è stata costruita per ben figurare sia in campionato che a livello europeo. Noi daremo il massimo, cercando di portare a casa il risultato».

Sassari: «Le richieste della gara sono ben elevate contro un avversario che gioca a ritmi alti, che ha vinto la Supercoppa e che si presenta come una delle pretendenti alla vittoria del titolo finale. Per noi sarà l’occasione di crescere ulteriormente e mettere nel nostro bagaglio un’altra importante esperienza che ci potrà essere di grande aiuto».

Caratteristiche dell’avversario: «Di là ci sono giocatori che spingono sull’accelleratore, temibile nel gioco uno contro uno, pericolosa anche nel tiro da tre punti e che in questo fondamentale ha fatto registrare un altro importante record nell’ultima sfida contro Pesaro. Dovremo andare con lo stesso spirito con cui siamo scesi in campo contro Milano, con rispetto di Sassari ma senza temerli. Servirà anche un po’ di sfacciataggine».

Piano gara: «Difensivamente abbiamo l’obbligo di farci trovare pronti sulle transizioni difensive  e contenere il loro atletismo. Non a caso e bisogna giocare con intelligenza. Questi sono dettagli e su ogni possesso dovremo essere preparati».

Errori con Reggio Emilia: «In  settimana abbiamo provato a lavorare sugli errori commessi nell’ultima partita ma difficilmente credo si verifichino le identiche situazioni di gioco nella gara successiva».

Voci di mercato: «Non posso commentare le voci dei procuratori e assolutamente non mi interessa. Per cambiare giocatori ci vogliono comportamenti. Al momento la squadra deve pensare a crescere e sono convinto che la panchina darà di più.

Panchina: «Non ci sono dei casi particolari. Chi ha giocato poco è per una serie di motivazioni però loro sanno che hanno possibilità e sono stati scelti dal club. Non è sempre detto che si le crescite avvengano in maniera lineare».

Maggiore stazza sotto le plance: «Noi abbiamo lunghi con caratteristiche diverse rispetto a quelli sardi. Sono d’accordo che abbiamo qualcosa in più in termini di stazza e credo possa essere uno dei nostri punti di forza».

Ricorso alla difesa a zona: «Stiamo provando delle cose in allenamento e che proveremo a fare. Bisogna stabilizzare delle certezze e che non si è abbastanza sicuri di poterli fare. Se faremo degli aggiustamenti li faremo in corso d’opera».

Tiri liberi: «Stiamo migliorando e anche lì si tratta di un progresso lineare e stiamo migliorando. I ragazzi devono essere più tranquilli e consci delle proprie abilità. Stiamo facendo meglio».

Leggi anche

Verso Sandro Abate – Feldi Eboli: nelle fila salernitane 2 positivi al Covid-19

Due tesserati della Feldi Eboli positivi al Covid-19. E’ quanto si apprende dalla pagina Facebook …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.