La stagione di Bernardotto – Forza e sacrificio, ora i gol

Dopo le prime 16 giornate di campionato, con la sessione di mercato di gennaio in arrivo, la sosta offre la possibilità di trarre un primo parziale bilancio sulla stagione dell’Avellino e dei singoli. Una stagione sin qui a corrente alternata per i lupi, che hanno comunque conquistato il terzo posto in classifica. Analizziamo nei numeri, nel rendimento e nelle aspettative il primo scorcio di stagione di Gabriele Bernardotto.

NUMERI – 16 presenze su 16, sempre impiegato, con 2 gol all’attivo. L’ex Lanusei ha giocato 722’, registrando una media di 1,69 punti a partita.

STAGIONE – Il gol con il Monopoli, il primo in biancoverde, è stato decisivo, mentre quello con il Bari è stato il più classico dei gol della bandiera. Nello scorcio finale Bernardotto si è finalmente sbloccato, dando solidità al percorso fatto in precedenza. Un percorso di sacrificio e forza fisica, molto apprezzato dai tifosi.

ASPETTATIVE – Il numero 7 si è sbloccato in fase realizzativa, aspetto che fa ben sperare per il prosieguo di stagione. Con la cattiveria agonistica mostrata sin qui Bernardotto può essere la rivelazione del secondo scorcio di stagione, ritagliandosi spazi sempre più importanti.

Leggi anche

L’analisi – Avellino, sorrisi e polemiche. Il doppio ruggito del Catania

Al netto di tre gare ancora da recuperare, va in archivio la prima parte di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.