Sidigas Avellino, coach Nenad Vucinic: “Non ho scuse per la gara con il Novgorod. A Trieste vedrete una Scandone diversa”

Sidigas Avellino, coach Nenad Vucinic: “Non ho scuse per la gara con il Novgorod. A Trieste vedrete una Scandone diversa”

Le parole di coach Vucinic che presenta la gara contro Trieste

di Marco Costanza, @MarcoCostanza5

La Scandone è in partenza per Trieste dove domenica sera sfiderà l’Alma, nel posticipo di campionato. Scandone che in campionato viene dalla risicata vittoria con Pesaro e che vuole riscattare la pesante battuta d’arresto di mercoledì contro i russi del Novgorod.

Di quella sconfitta e della gara con Trieste, ha parlato stamane in conferenza stampa coach Nenad Vucinic. Queste le sue parole: “Trieste è una buona squadra ma dobbiamo pensare a noi e migliorare sulle cose sbagliate fatte con il Novgorod. Siamo una buona squadra, lo sappiamo e credo che presto la nostra forma tornerà quella di inizio novembre. Purtroppo contro i russi abbiamo sbagliato tanti tiri e difeso male, poi ci siamo innervositi e non siamo riusciti a combinare più nulla. Ma sono certo che domenica con Trieste vedremo una squadra diversa da quella vista in Champions. Siamo una squadra competitiva fatta da giocatori competitivi e quando le cose non vanno bene stesso i giocatori si innervosiscono. Tocca a noi lavorare per far si che queste cose non accadano più. Per battere Trieste serve una percentuale al tiro importante e serve una bella fase difensiva, senza concedere loro tiri facili o farli correre. Loro hanno dei bravissimi tiratori e possono farci male, come Peric, Silins, Cavaliero e altri. Dobbiamo difendere sul tiro da 3 e impedire loro tiri facili, tiri che possono poi farci male. Problema mentale? Quando dico forma non intendo solo quella fisica, ma anche la fiducia, la mentalità della squadra. Dobbiamo migliorare molto su questo aspetto e cercare di non arrenderci quando siamo sotto nelle partite. I giocatori sono concentrati sempre. Sono più arrabbiato della sconfitta con Novgorod rispetto a quella con Venezia, perchè con Venezia eravamo stanchi e ci stava la sconfitta, con Novgorod venivamo da una vittoria con Pesaro ed è stato un passo indietro. Ora bisogna tornare a vincere e riscattare questa pessima figura. Non mi piace trovare scuse per la sfida con Novgorod e non ne ho. Quindi ora bisogna rispondere sul campo e vincere a Trieste. Costello e Campogrande? Campogrande è pronto, non l’ho voluto ancora schierare perchè ancora deve trovare fiducia e poi deve ancora calarsi in questo livello che ancora non ha mai fatto in carriera. Costello? Si è iniziato ad allenare, vedremo se riusciremo a convocarlo per domenica, nel caso c’è Young, preso apposta. Vediamo un pò come fare in questi ultimi giorni e nella rifinitura”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy