Senza categoria

Il Cus Avellino riparte dai giovani. Lanzetta: “Vogliamo una salvezza tranquilla”

E’ scattata ieri, presso la tendostruttura del Campo Coni, la nuova stagione del Cus Avellino.
Una nuova avventura per la compagine biancoverde che ha registrato il cambio di guida tecnica con l’addio di Carbone e il passaggio dal campo alla panchina dello storico capitano Generoso Venezia. che ha preso il posto di Pino Carbone, e il conseguente passaggio della fascia di capitano a Piero Erba.
L’obiettivo è riscattare la scorsa stagione sancita da numerosi alti e bassi e raggiungere quanto prima una tranquilla salvezza, cercando di ottimizzare le scelte di mercato compiute in questa sessione di mercato: “Seguiamo ancor di più l’ottica di dare ampio spazio ai giovani e al nostro vivaio, invidiato da parecchie società” dichiara il presidente del sodalizio calcettistico Emilio Lanzetta.
Diverse le novità nella rosa che ha preso il via la preparazione precampionato.
Dall’addio di Luigi Milito, passato all’Alma Salerno.
In entrata Gianmarco Marano proveniente dal Mercogliano e Carmine Pino, lo scorso anno in forza alla Virtus Cesinali.
Diversi i movimenti anche per quanto riguarda gli under che prenderanno parte al torneo di serie C1: i rientri dai prestiti di Ivan De Micco, Nicola Esposito, Alessio Lepore e, dopo un anno di stop, di Sabatino D’Argenio.
Verrano lanciati anche altri giovani che entreranno a far parte del gruppo, in particolare gli under 18 Carmine Imbimbo, Georgi Nakov che si uniranno a Cristian Rosapane, già presente l’anno scorso.
“Puntiamo a salvarci quanto prima possibile. Le uniche difficoltà che possiamo incontrare sono interne a noi stessi. Nel nostro girone sono state allestite delle squadre con dei roster costruiti per vincere il campionato. Tre sono le compagini che partono un gradino sopra le restanti sedici che compongono il nostro raggruppamento” – ha precisato Lanzetta.
I calcettisti alterneranno la parte atletica, agli ordini del professor Catena con quella tecnica di mister Venezia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button