Abodi a Radio Rai: “Discriminazione territoriale? Con Juventus-Avellino come la mettiamo?”

La gran parte dei cori discriminatori nelle curve sono in realta’ una forma di maleducazione e la norma a riguardo va rivista. E’ in sintesi il pensiero di Andrea Abodi, presidente della Lega di serie B, intervenuto ai microfoni di “Radio Anch’io Sport” su RadioUno. “Probabilmente in B c’e’ una minore esasperazione, c’e’ una dimensione piu’ umana, questo puo’ fare la differenza ma non cambia il problema delle curve chiuse e delle polemiche che arrivano anche a noi e magari dalle prossime giornate potrebbero succedere episodi simili anche fra i cadetti – l’analisi di Abodi – In realta’ a Latina ci sono stati cori di tifosi nei confronti di un portiere ma nel referto e’ stato rimarcato che era un coro dovuto al colore della pelle e invece era causato dal fatto che ritardava la ripresa del gioco. Questo dimostra che e’ un tema che non puo’ essere risolto banalmente, gia’ la decisione presa ad agosto necessitava altri approfondimenti”. Secondo Abodi, spesso i cori “vanno condotti a una storica maleducazione e tra maleducazione e razzismo c’e’ un abisso. I cori contro i napoletani? E allora lo spettacolo andato in onda allo Juventus Stadium in Coppa Italia come vogliamo considerarlo vista la distanza fra Avellino e Napoli?”, la replica del presidente della Lega di B riferendosi al gemellaggio che si e’ creato fra tifosi bianconeri e irpini. Anche la chiusura e successiva riapertura delle curve nel passaggio dal giudice sportivo alla Corte federale fa discutere “e forse bisognerebbe pensarci prima di prendere certe decisioni e non tornarci a valle”. “Abbiamo bisogno della responsabilita’ oggettiva ma abbiamo gli strumenti per renderla ‘soggettiva’ – chiosa Abodi – Bisogna individuare quei 10, 100 che creano disordini allo stadio, e mi chiedo perche’ non sempre succeda, perche’ far condividere alle persone perbene sanzioni che vanno circoscritte ai soli responsabili”.

Leggi anche

Salerno – Avellino, le pagelle: one man show di Riccio

Le pagelle della cocente sconfitta avellinese sul campo di Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.