SERIE B

Galabinov – Schiavon piegano lo Spezia, l’Avellino rivede i playoff

IMG_4557_corriereL’Avellino riesce a fare suo il primo scontro diretto  in chiave play off. Contro lo Spezia gli uomini di Massimo Rastelli regalano una prestazione superba. Ai biancoverdi bastano due gol nel primo tempo di Galabinov e Schiavon. Il trainer biancoverde rilancia il modulo che sta facendo le sue fortune, 4-3-1-2. Per il match contro le aquile Rastelli deve fare meno in difesa dello squalificato Peccarisi. Rilancia dal primo minuto Saulo Decarli. Il calciatore di proprietà del Livorno non scendeva in campo dal match contro il Bari. Una scelta che stupito i tifosi biancoverdi. Centrale insieme all’italo-svizzero, Alesandro Fabbro. Sulle due corsie esterne, nessun impiego dal primo minuto per Bittante rientrato a pieno regime ad inizio settimana dopo il lungo infortunio. Largo alla vivacità di DavideZappacosta e alla tenacia di Fabio Pisacane. Asse mediana composta da Romulo Togni, l’ex Pescara sta sorprendendo tutti,anche lo stesso Rastelli. Arini va in panca, Rastelli si affida a capitan D’Angelo e ad Eros Schiavon,l’ex Cittadella sta dando tanto. In trequarti Benoit Ladrière, il calciatore cresciuto nel Tubize si sta rilanciando alla grande. In avanti confermati “i gemelli del gol” Castaldo-Galabinov.Risponde il tecnico dei liguri con in avanti Ebagua-Ferrari.

LA CRONACA: Inizio frizzante per l’Avellino Al 3’ ci prova il brasiliano Romulo Togni, ma Ebagua fa buona guardia e mette in calcio d’angolo. L’Avellino va all’assalto con due calci d’angolo, che si concludono in un nulla di fatto. La reazione da parte degli ospiti arriva al 5’ minuto. Scozzarella disegna una verticale che permette ad Ebagua di trovarsi da solo davanti al portiere, ma per Ostinelli è fuorigioco. Il calciatore nigeriano ci prova ad involarsi a grosse falcate sulla fascia sinistra, sponda per Seymour il pallone termine alle stelle. L’Avellino non accusa il colpo e si proietta in avanti. Sponda di Galabinov per la corrente Schiavon, il calciatore ex Cittadella ci prova con un tiro a giro ma il pallone termina alto sopra la porta difesa da Leali. L’Avellino vuole a tutti i costi il gol. Ci riprova di nuovo Galabinov che fa fuori Madonna, l’ariete bulgaro tira ma sulla sua strada trova l’opposizione dell’estremo difensore bianconero. Il gol è nell’aria. Al 23’di gioco arriva. Schiavon appoggia per Galabinov , l’ariete bulgaro freddo insacca la palla alle spalle di Leali. Avellino avanti. Al 24’ di gioco arriva un giallo pesante, Davide Zappacosta strattona un calciatore ligure, Ostinelli gli sventola il cartellino in faccia. Il “Pendolino biancoverde” salterà la sfida contro il Trapani. L’Avellino non è ancora appagato, i biancoverdi danno vita all’assalto alla porta difesa da Leali. Alla mezz’ora arriva il raddoppio. Galabinov disegna l’assist per Schiavon,ricambiando quello di prima, l’ex Cittadella calcia e trova un Leali in giornata che gli sbarra la porta smanacciando, ma il pallone torna tra i piedi del numero diciotto che con un tap in buca la porta difesa dall’estremo difensore scuola Juventus. Il tecnico dello Spezia corre ai ripari. Fuori Seymour dentro Scozzarella. Al 41’ gli ospiti si fanno in avanti. Cross velenoso di Madonna, Decarli si disimpegna a dovere e manda il pallone in corner. Sugli sviluppi dal tiro della bandiera non accade nulla,anzi l’Avellino parte in contropiede con Castaldo,che con un briciolo di egoismo non riesce a calare il tris. Ultimo sussulto della partita è un cross disegnato per la corrente Ebagua, Seculin blocca in presa aerea. Si va al riposo sul risultato di 2-0 per i biancoverdi. Nella ripresa nessun cambio da segnalare. Al 53’ Ebagua prova in diagonale ma D’Angelo chiude. Al 6o’ viene atterrato uno scatenato Pisacane da parte di Sammarco, sarà giallo. Mangia richiama in panca Scozzarella ed inseriesce Culina. Lo Spezia si presenta in avanti al 70’ di gioco con un missile di Culina, Seculin  chiude lo specchio della porta. La reazione dell’Avellino arriva al 78’ quando Galabinov serve Arini, l’ex Aversa Normanna ci prova ma il pallone è debole e non da problemi a Leali. Lo Spezia si presenta ancora in avanti al 81’ con Culina che calcia, Seculin si distede e chiude la porta. Biancoverdi che si presentano in avanti al 84’ percussione di Arini scarico per Zappacosta che prova il tiro, ma senza fortune. Si chiude qui il match del Partenio-Lombardi. L’Avellino conquista tre punti d’oro in chiave play off. Ora i lupi vorranno bissare la prestazione contro lo Spezia, martedi contro il Trapani.

Antonio Tedeschi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button